Rubrica — Pugilato

Nella serata di Fabio Turchi, Firenze ritrova Orlando Fiordigiglio

Il pugile aretino opposto all’armeno Igor Faniyan


Per Orlando Fiordigiglio la voglia di diventare campione d’Europa passa ancora da Firenze. Il pugile aretino, di adozione, già protagonista delle serate del Mandela Forum, è pronto a battere l’armeno Igor Faniyan per tornare a disputare un match per la corona continentale. Orlando potrà contare sul calore del pubblico che già in passato ha ammirato la sua boxe potente e concreta.

Di seguito il comunicato stampa del 26 Novembre 2018

Venerdì a Firenze il ritorno sul ring di Orlando Fiordigiglio

Venerdì 30 novembre, al teatro Obihall di Firenze, Fabio Turchi difenderà il titolo internazionale silver dei pesi massimi leggeri WBC contro Tony Conquest nella riunione inaugurale dello storico accordo tra l’Opi Since 82 di Salvatore Cherchi, la Matchroom Boxing Italy di Eddie Hearn e DAZN, il servizio internazionale di streaming in diretta e on demand interamente dedicato allo sport. Nel sottoclou tornerà in azione Orlando Fiordigiglio (29-2 con 13 vittorie prima del limite) che affronterà l’armeno Igor Faniyan (16- 17-3) sulla distanza delle 6 riprese nella categoria dei pesi superwelter. Si tratta di un match importante per Fiordigiglio - che è classificato numero 8 al mondo dall’International Boxing Federation e numero 14 dal World Boxing Council - perché serve come preparazione ad un traguardo più importante: “Il mio obiettivo è diventare campione d’Europa dei pesi superwelter – spiega Fiordigiglio – ma non otterrò questa opportunità se non batto Igor Faniyan. Quindi, la mia attenzione è tutta su di lui. Non mi sto allenando in modo particolare per questo match perché come da accordi con Salvatore Cherchi mi alleno tutti i giorni anche se non ho un combattimento in programma. Lavoro all’Enel – con cui ho un contratto a tempo indeterminato – e approfitto della pausa pranzo per allenarmi un’oretta. Quando ho finito di lavorare, la sera, torno in palestra e mi alleno per una o due ore. Quando so di dover combattere, vado a Ravenna nella palestra di Meo Gordini che è con me dal secondo match professionistico. Nel mio debutto, Gordini era all’angolo del mio avversario. Ho visto come lavorava e gli ho chiesto se avrebbe voluto diventare il mio allenatore. Gordini ha accettato e da allora abbiamo stabilito un bellissimo rapporto.”

A Firenze Orlando Fiordigiglio potrà contare sul tifo del pubblico: risiede ad Arezzo da moltissimi anni e certamente i suoi tifosi più fedeli saranno al teatro Obihall per sostenerlo in questo impegno tutt’altro che facile. Anche se il record di Igor Faniyan non è straordinario, si tratta di un pugile armeno e l’Armenia ha sempre prodotto combattenti di valore come il campione del mondo dei pesi supermedi Arthur Abraham, il campione del mondo dei pesi mosca e supermosca Vic Darchinyan e la campionessa del mondo dei pesi mosca Susi Kentikian. Insomma, Fiordigiglio farà bene a non sottovalutare Igor Faniyan.

Nato a Torre del Greco, in Campania, l’1 luglio 1984, alto 179 centimetri, professionista dal maggio 2010, Orlando Fiordigiglio ha sempre militato nella categoria dei pesi superwelter diventando campione dell’Unione Europea, campione internazionale WBC e campione intercontinentale IBF. Ha provato due volte a vincere il titolo europeo, la prima perdendo per ko tecnico all’undicesimo round contro il francese Cedric Vitu, la seconda perdendo ai punti contro Zakaria Attou (anch’egli francese). “Nella prima occasione ero disidratato – spiega Fiordigiglio – nella seconda due giudici hanno visto un altro match. Secondo loro aveva vinto Attou per 116-111 e 115-112, mentre per il terzo giudice avevo vinto io per 117-111. Per il modo in cui ho perso quei due incontri, voglio fortemente diventare campione d’Europa. Con Salvatore Cherchi e Meo Gordini stiamo lavorando per raggiungere questo obiettivo.”

Nella manifestazione di venerdì 30 novembre, Andrea Scarpa sfiderà Joe Hughes per il vacante titolo europeo dei pesi superleggeri, mentre Devis Boschiero contenderà il vacante titolo internazionale silver dei superpiuma WBC all’ex campione d’Europa Martin Ward. Combatteranno anche Carmine Tommasone, Mirko Natalizi e John Docherty.

Il teatro Obihall si trova in Via Fabrizio De Andrè angolo Lungarno Aldo Moro ed ha una capienza di 1.500 posti: 1.220 nel parterre e 280 in galleria. I biglietti costano 50 euro (bordo ring), 40 euro (parterre) e 30 euro (galleria) + i diritti di prevendita. Sono in vendita su Ticketone.it e Boxofficetoscana.it. Info: 338- 7769949.

Ufficio Stampa Opi since 82 - Comunicato del 26 novembre 2018

Redazione Nove da Firenze