Natale: tante iniziative per incentivare lo shopping nei negozi di vicinato

Manifesti, locandine e social per lanciare il messaggio di fare acquisti nelle nostre botteghe. Gianassi: "Sosteniamo le nostre attività per aiutarle a resistere e ripartire". A Pisa prorogato fino al 10 gennaio l’accesso aperto alla Ztl del centro storico


Con il perdurare delle limitazioni che vedono la Toscana ancora in “Fascia Rossa”, parte nelle prossime ore la campagna di comunicazione #IoComproFiorentino, voluta dal sindaco Dario Nardella per sostenere il commercio, l’artigianato e l’imprenditoria fiorentina già a partire dagli acquisti legati alle prossime festività natalizie.

“Siamo molto vicini ai nostri artigiani e alle nostre botteghe e in questi mesi difficili siamo più volte intervenuti a loro sostegno in vari modi – ha detto l’assessore al commercio Federico Gianassi – anche attraverso la nostra vicinanza per far loro sapere che combattiamo insieme questa battaglia difficile, perché il commercio e l’artigianato della città rappresentano un pezzo importante della nostra economia. Rappresentano un presidio sociale e culturale insostituibile, per questo abbiamo deciso con il sindaco di lanciare questo accorato appello a tutta la nostra città: compriamo fiorentino a partire da questo Natale difficile: se concentreremo le nostre attenzioni per i regali di Natale sul commercio e sull’artigianato della nostra città non solo faremo regali belli ma daremo anche un contributo alla resistenza e alla ripartenza delle nostre attività, mantenendo un presidio economico, culturale e sociale che non può andare perduto. Se le normative lo consentiranno – ha aggiunto Gianassi – potremo andare fisicamente, rispettando le regole, a fare acquisti, ma possiamo anche usare la consegna a domicilio che molti hanno attivato e gli strumenti online di cui i nostri negozi si sono dotati”.

#Iocomprofiorentino quindi è un appello ma anche una campagna di comunicazione che parte in questi giorni per favorire gli acquisti nei nostri negozi, nelle nostre aziende e nelle nostre botteghe di artigiani. Oltre a far girare il messaggio sui social e sui canali digital del Comune, #IoComproFiorentino sarà veicolato per le prossime tre settimane attraverso 70 pannelli posizionati sui mezzi Ataf, sulle vetrinette del centro e sui circuiti dei manifesti 6x3 del Comune.

Il Quartiere 4, in collaborazione con i Centri Commerciali Naturali del territorio (Piazza Pier Vettori, la Tramvata di via del Sansovino, viale Talenti, Isolotto) ha lanciato una campagna di sensibilizzazione a favore degli acquisti nelle botteghe artigiane e nei negozi di vicinato. L’hashtag #COMPRAFIORENTINO è quello lanciato ieri dal Sindaco. “Sosteniamo tutti le botteghe artigiane e i nostri negozi di vicinato, soprattutto appena saremo (presto) tornati in zona arancione e poi gialla, perché così sosteniamo le nostre comunità”.

Uno sconto del 20% a chi farà acquisti natalizi nei negozi di Marradi. L'acquirente pagherà l'articolo(qualsiasi tipologia merceologica, compresi i prodotti tipici locali) con il 20% in meno sul prezzo, sarà poi il Comune a rimborsare il commerciante. Questa è la formula che lancia l'Amministrazione comunale marradese per incentivare l'acquisto di regali di Natale "sotto casa", e così sostenere il tessuto commerciale locale. E' stata chiamata simbolicamente "Dona Marradi" l'iniziativa, concordata con le associazioni di categoria e gli esercizi commerciali aderenti al Centro Commerciale Naturale, e cumulabile con provvedimenti di altri enti.

"In questo anno così complesso - sottolinea l'assessore allo Sviluppo economico e vicesindaco Vittoria Mercatali che ha lavorato al progetto - vogliamo dare un sostegno al commercio locale, provato sia dal lockdown che dalla concorrenza dell'e-commerce, incentivando gli acquisti nelle piccole realtà ed invitando ad evitare la corsa allo shopping in luoghi affollati".

Lo sconto sarà valido per l'acquisto di regali di Natale tra l'8 dicembre e il 6 gennaio, a fronte di una spesa minima di 70 euro e massima di 250 euro per singolo scontrino. Nello specifico: prodotti di ogni categoria merceologica, compresi i prodotti artigianali, generi alimentari rientranti nella categoria dei prodotti tipici locali, merce per la quale è consentita la sola consegna a domicilio in base alle disposizioni vigenti. "Ed è inoltre allo studio - conclude il vicesindaco Mercatali - un provvedimento a sostegno di bar ristoranti".

Il Comune di Pisa ha deciso di prorogare la deroga per l’accesso all’interno della Ztl per chi effettua consegne a domicilio di cibi e bevande. L’ordinanza che amplia dalle ore 11 fino alle ore 23 la possibilità di fare consegne per le attività di ristorazione è stata infatti prorogata fino al 10 gennaio incluso.

«Dopo aver deciso di intervenire per allargare la fascia di apertura della Z.T.L. cittadina per dare un supporto alle aziende pisane che stanno soffrendo molto per le chiusure forzate – spiega l’assessore al commercio Paolo Pesciatini – abbiamo previsto un’ulteriore proroga, visto il perdurare della crisi e delle restrizioni per la nostra Regione. Pertanto invito con sempre maggior forza i nostri concittadini a sostenere il più possibile le attività della città, facendo acquisti e usufruendo delle numerose e pregevoli offerte natalizie presenti nel tessuto commerciale pisano. Anche questa ulteriore proroga per le consegne a domicilio va esattamente nella direzione di favorire e agevolare la domanda e l’offerta locale».

La disposizione, in vigore fino al 10 gennaio prossimo, è valida tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi. Le aziende interessate o le associazioni di categoria per conto dei loro associati dovranno rivolgersi alla Pisamo srl (e-mail frontoffice@pisamo.it) per il rilascio del relativo titolo di ingresso in Z.T.L. indicando nominativo del ristorante /pizzeria/pasticceria, nome del titolare e targa del veicolo.

Redazione Nove da Firenze