Morto a 92 anni Fino Fini, calcio italiano in lutto

Fu il medico della Nazionale campione del Mondo nel 1982 ed ideò il Museo del Calcio di Coverciano


Si è spento a 92 anni a Firenze Fino Fini, uno dei personaggi-simbolo del Calcio italiano degli anni d'oro. Fu il medico della Nazionale campione del Mondo nel 1982 ed ideò il Museo del Calcio di Coverciano.

Tra le prime testimonianze di cordoglio pervenute, quella della vice presidente del Consiglio comunale Maria Federica Giuliani: “Sono profondamente addolorata per la scomparsa di Fino Fini, un uomo di sport che ha sempre lavorato per il promuovere l’Italia del calcio. La sua intuizione di creare, a Firenze, il Museo del Calcio fu vincente. Riuscì con la sua perseveranza a realizzare un museo unico al mondo ricco di cimeli, trofei, maglie e palloni che chiese ai grandi campioni del passato. Ci lascia un’eredità importante che dovremo perseguire in sua memoria”. 

Franco Morabito (Ussi) lo ricorda così: "Un padre, un fratello, un maestro, un amico. Ciao 'dottore', mi (ci) mancherai. Buon viaggio. Ti ho voluto bene" .

"Un uomo di profonda umanità e competenza". Così il sindaco Dario Nardella e l'assessore allo sport Cosimo Guccione ricordano Fino Fini.
"Coverciano è stata tutta la sua vita - hanno aggiunto - per vent'anni è stato nello staff medico della Nazionale, per trent'anni direttore del centro tecnico. Ha conosciuto, da
protagonisti e in ruoli chiave, la storia del calcio: Trapattoni, Maldini, Fabbri, Valgareggi, Bearzot. E poi Rivera, Riva, Antognoni, Baggio solo per fare alcuni nomi". "Senza dimenticare - hanno concluso - che è stato l'ideatore del Museo del Calcio, inaugurato nel 2000. Fino Fini é stato il ‘custode’ di un patrimonio inestimabile. Abbiamo perso un dirigente di grandi capacità che ha onorato lo sport italiano".

Redazione Nove da Firenze