Massimo Recalcati al Forte di Belvedere

Foto di Miriam Curatolo

Ieri sera lectio magistralis “Vita e morte del desiderio” per la rassegna “Notturno europeo”


Successo oltre le aspettative ieri sera per “Vita e morte del desiderio”, la lectio magistralis di Massimo Recalcati, che ha inaugurato al Forte di Belvedere , “Notturno europeo”, progetto ideato e curato da Pinangelo Marino nell'ambito dell'Estate Fiorentina 2018 in collaborazione con Museo Novecento.

Molta gente, addirittura troppa per le capacità della sede storica ad ascoltare lo psicanalista e scrittore. Tanto che gli organizzatori si sono dovuti parare fisicamente sul portone per impedire l'ingresso a tanti saliti in cima alla collina di Belvedere, quando ormai la capienza della terrazza del Forte era stata superata, a causa degli appassionati giunti anzitempo per assicurarsi un posto a sedere.

Nell'anno del cinquantenario del SessantottoMassimo Recalcati non si è sottratto al tema chiave di questa edizione: DesiderioRivoluzione. Nel '68 una generazione di giovani ha affermato il diritto al desiderio, rivendicando il diritto alla parola. Nei decenni successivi il diritto al desiderio è mutato -questa la tesi del saggista italiano- oscillando tra desiderio di vita e desiderio di morte.

Redazione Nove da Firenze