Maltempo: codice giallo fino alle 13 di domenica nel sud est della Toscana

Dopo la pioggia si fa la conta dei danni in Versilia e nel Pisano


FIRENZE – Prosegue il tempo instabile in Toscana, con piogge che stasera interesseranno il centro nord della regione e domani le zone meridionali e orientali, più abbondanti e intense al confine con Lazio e Umbria. Per questo la Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo per piogge fino alle alle ore 13 di domani, domenica 25 novembre, per le province di Arezzo, Siena e Grosseto.

Ha funzionato il pronto intervento del Consorzio di Bonifica, impegnato venerdì dall'ondata di maltempo che ha riversato su Pietrasanta, Lido di Camaiore e Viareggio una quantità di acqua inattesa. Al termine del nubifragio i pluviometri hanno registrato 110,6 mm. di acqua caduta al suolo a Lido di Camaiore nelle 36 ore, di cui 61,4 concentrati dalle 15,30 alle 18,30. Un acquazzone in piena regola che ha riempito fino a far esondare alcuni fossi minori del reticolo idraulico. Gli interventi più urgenti approntati dai tecnici e dagli operai del Consorzio hanno evitato danni peggiori e allagamenti diffusi, contenendo gli straripamenti nei terreni adiacenti ai punti di tracimazione. La conta dei danni è dunque limitata e già da oggi (sabato 24) sono in corso gli interventi di somma urgenza per sistemare i punti critici.

Sono state rinforzate le arginature del canale di Ponente, alle spalle della zona industriale delle Bocchette, con una sacchinatura di circa 400 metri sia sull'argine sinistro che destro, rialzati con oltre 1500 ballini di sabbia. Ha lavorato durante la notte, ed è ancora sul posto la pompa mobile con cui il Consorzio ha alleggerito il carico d'acqua del Fosso della Chiusa a Pietrasanta, mentre da lunedì inizieranno i lavori che metteranno definitivamente in sicurezza il sifone del canale Arginello a Capezzano, su cui è stato fatto un intervento urgente per evitare la tracimazione.

Vecchiano

 Ricognizione sul territorio Vecchianese al termine dell'ondata di maltempo: hanno funzionato gli interventi realizzati durante l'emergenza sul Rio Rotina, bene il reticolo dei canali a Migliarino, Vecchiano, Nodica e Avane. Al termine del nubifragio il pluviometro di Bocca di Serchio ha registrato 92,2 mm. di acqua caduta al suolo nelle 36 ore, di cui ben 70 mm concentrati in due ore: dalle 13,30 alle 15,30. Un acquazzone in piena regola che ha riempito fino a far esondare un tratto del Rio Rotina, nel punto in cui il canale si intuba sotto la strada. L'intervento urgente per riparare la falla, concordato con il Primo Cittadino Massimiliano Angori, ha evitato allagamenti diffusi e danni ben peggiori, contenendo la tracimazione. La conta dei danni è dunque limitata e già questa mattina (sabato 24) è stato approntato un intervento di somma urgenza per consolidare quanto è stato fatto nel pomeriggio di venerdì.

Redazione Nove da Firenze