​Maggio musicale, incontro in Regione con sovrintendente Bianchi e sindacati

Confronto tra la Fondazione del Maggio e le organizzazioni sindacali rispetto ai 28 lavoratori per la risoluzione del contratto di lavoro


 Un incontro con il sovrintendente del Maggio musicale Francesco Bianchi e i sindacati, promosso da Gianfranco Simoncini, consigliere per il lavoro del presidente Enrico Rossi, si è svolto oggi in Regione. All'ordine del giorno il confronto tra la Fondazione del Maggio e le organizzazioni sindacali rispetto ai 28 lavoratori per i quali la Fondazione ha avviato una procedura di risoluzione del contratto di lavoro.

Simoncini ha preso atto, da un lato, delle affermazioni del sovrintendente sulla necessità di garantire l'equilibrio di bilancio della fondazione e del fatto che per i lavoratori vi è la possibilità di un passaggio alla società Ales, e dall'altro del fatto che da parte delle organizzazioni sindacali non si metteva in discussione l'esigenza di interventi di riequilibrio dei conti della Fondazione, ma si chiedeva un confronto approfondito sugli stessi e sul piano industriale del Maggio a suo tempo concordato.

Su questa base il consigliere del presidente ha pertanto avanzato la proposta – accolta dai sindacati e dal Maggio – di riaprire un tavolo di confronto sul piano industriale della Fondazione (in particolare sulla parte relativa ai livelli occupazionali) con l'obiettivo di giungere a un accordo di reciproca soddisfazione. E con l'impegno, tenendo conto della possibilità che i lavoratori in eventuale esubero possano passare ad Ales, di verificare anche altre possibilità, come prepensionamenti e mobilità volontaria, ma anche il numero stesso degli esuberi ipotizzati. L'incontro sindacati-Maggio è stato fissato per la prossima settimana.

La Regione Toscana ha dato comunque la propria disponibilità, in questa fase di confronto non facile, a svolgere un ruolo di supporto metodologico nella trattativa tra le parti.

Redazione Nove da Firenze