Rubrica — Scomparsi in Toscana

Luca Catania, a due anni dalla scomparsa parla il fratello del carabiniere

Un appello rivolto a chi fosse in grado di fornire informazioni utili al ritrovamento


A due anni dalla scomparsa del fratello, Danilo Catania, chiede di mantenere alta l'attenzione sulle ricerche di Luca.
Il carabiniere Luca Catania scompare misteriosamente dalla sua abitazione di Magliolo - Savona - il giorno 7 Ottobre 2016; sul caso non ci sono novità da parte degli inquirenti.

Luca Catania, 48 anni, alto 1,75 m e di corporatura snella, è scomparso il 7 Ottobre 2016 da Magliolo (Sv); chi lo avesse avvistato o può fornire notizie utili al suo ritrovamento è pregato di contattare i Carabinieri al 112.

 Questa la lettera che Danilo affida agli organi di stampa nazionali "Il ricordo deve essere e sarà sempre vivo. Un altro anno senza di te, uno strazio. Ogni giorno, ogni ora, ogni minuto dal quel 7 Ottobre di due anni fa, in questo silenzio assordante, non sei mai solo: tu con noi, noi con te. Chi ti ha veramente amato, ti ama e ti amerà, chi ti ha veramente voluto bene, te ne vuole, te ne vorrà, chi ti ha veramente rispettato, ti rispetta e ti rispetterà. Sempre, senza mai giudicarti! Manchi immensamente a me e a noi, i tuoi cari, cresciuti insieme giorno dopo giorno in un caloroso amore che continua a scaldare i nostri cuori nonostante tu sia lontano dai nostri occhi gonfi di lacrime".
 Ed ancora "Manchi tanto a chi ha avuto la fortuna di conoscerti ed apprezzare la persona che sei, i tuoi amici, colleghi, conoscenti. Tutti, ovunque tu sia Luca, preghiamo per saperti vivo e in buone condizioni di salute, l’unica cosa che conta! Che le nostre preghiere ti avvolgano in un grande, stretto e caloroso abbraccio e ti diano tanta forza per supportare questo immenso dolore che condividiamo insieme, giorno dopo giorno. Ci pieghiamo, ma non ci spezziamo, finché c’è vita c’è speranza e la nostra vita la passeremo ad aspettarti, fino alla fine. Voglio e vogliamo solo e soltanto te, abbracciarti forte forte, sentire la tua voce, affrontare la vita di tutti i giorni sapendoti fisicamente vicino. Un giorno ci ritroveremo stanne certo, Con infinito amore, il tuo fratellino Danilo e i tuoi cari”.

Redazione Nove da Firenze