L'incubo non è ancora concluso

Parma-Fiorentina 1-0, grazie al goal di Scozzarella all'81'


Oggi avrebbe potuto essere il giorno della liberazione, invece ha aperto una settimana -se possibile- di maggiore sofferenza. E’ stato fatto qualche errore, ed eccoci all'ennesimo patatrac del girone di ritorno, ma quello che conta è che non si profila una via per raggiungere l’obiettivo. Comunque tutto rinviato a domenica prossima, con l'auspicio di festeggiare la salvezza sotto la curva Fiesole, anche se fino a qualche settimana fa la Fiorentina sperava di vincere la Coppa Italia.

Parte subito offensiva la Fiorentina (scesa in campo con il lutto al braccio per onorare Mario Mazzoni) che con Benassi entra in area da destra, il suo tiro a colpo sicuro, viene ribattuto dalla difesa parmense. Ancora vicini al goal i viola con Simeone che ruba palla sulla mediana, apre a Chiesa, tiro cross sul secondo palo e palla fuori di un soffio senza che lo stesso Simeone o Mirallas riescano ad intervenire. Reazione del Parma con un contropiede di Gervinho che Lafont neutralizza mandando di piede sul palo. Ci prova al 12' anche Veretout con un destro rasoterra, Sepe para in tuffo. 16' risponde il Parma con Gervinho che liscia da dentro l'area ma serve involontariamente Barillà, destro centrale: para Lafont in due tempi. Risposta del Parma affidata a un colpo di testa di Gazzola che finisce sul fondo al 22'. Pressione alta della Fiorentina e il Parma sbaglia l'appoggio ne approfitta Mirallas che calcia dalla distanza ma si fa male al suo posto dentro Dabo. Simeone calcia al volo di sinistro dal limite sulla sponda di Chiesa, palla fuori di un soffio al 37'. Traversa del Parma con Gagliolo che stacca bene sul cross di Kucka, sugli sviluppi ancora Kucka calcia teso, Lafont blocca a terra una conclusione difficile da contenere. Ribaltamento di fronte veloce e Dabo manda in porta Simeone, Sepe però in uscita anticipa l'attaccante viola. Ancora la Fiorentina protagonista di una giocata sulla catena di destra, Benassi entra in area dalla riga di fondo tiro cross destinato a Simeone ma la difesa del Parma salva miracolosamente. Un minuto dopo ancora Simeone alla termine di una serie di batti e ribatti, si trova la palla buona per concludere a rete. Destro a giro dal limite alto di poco. Inizia la ripresa ancora ad alta velocità. Chiesa subito protagonista finta sulla destra e pallonetto su Sepe che manda sull'interno del sette dover il pallone incredibilmente rimbalza uscendo poi dalla porta senza che nessuno riesca a ribadire in rete. Un minuto più tardi ancora Chiesa si intestardisce in dribbling e tocca arretrato per Benassi, tiro deviato in angolo. Fiorentina pericolosa proprio su calcio d'angolo, Veretout per la testa di Hugo, sulla riga deviazione involontaria di Milenkovic che blocca la conclusione sulla riga di porta. Miracolo di Benassi al 66' che sulla riga salva il colpo di testa di Barillà sugli sviluppi di un angolo. Entra Muriel al 68' ma è ancora Chiesa a creare una buona occasione sulla giocata di Dabo, al momento di concludere il sinistro è centrale e Sepe para in due tempi. Schema su calcio d'angolo al 78' che riesce alla perfezione, ma la conclusione di Milenkovic centra il palo e il Parma si salva. Parma in vantaggio con Scozzarella all'80. Colpo di testa vincente sugli sviluppi di una punizione. Nella mischia anche Vlahovic al posto di Dabo. Il risultato però non cambia, gioco e occasioni sono tutte viola, i padroni di casa però fanno i tre punti che permettono al Parma di restare matematicamente in A.

Al termine del match, Mister Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Tardini. Ecco le sue parole: Gervinho si è fatto male dopo un quarto d’ora, Siligardi ha fatto riscaldamento e poi non è stato disponibile per la partita; la fortuna non è stata dalla nostra parte; gran parte del campionato lo abbiamo fatto senza il centravanti e non è semplice giocar bene senza giocatori importanti ma non ci siamo mai afflitti cercando di lavorare. Siamo stati abituati durante l’arco del campionato a questa situazione e oltre a questo c’era la difficoltà legata all’avversario: la Fiorentina se la andiamo ad analizzare è una rosa importante, ma questo dimostra che quando c’è qualche mancanza tecnica ci si arriva con il cuore“.

Parma: Sepe; Iacoponi, Stulac (67' Scozzarella), Ceravolo, Barillà, Gazzola, Gervinho (52' Grassi), Gagliolo, Kucka, Sprocati (83' Dimarco), Bastoni All. D’Aversa

Fiorentina: Lafont, Milenkovic, Ceccherini, Hugo, Biraghi, Gerson, Veretout, Benassi, Mirallas (28' Dabo - 82' Vlahovic)), Chiesa, Simeone (68' Muriel). All. Montella

Ammoniti: Dabo al 79'

Fabio Ceravolo dopo Parma-Fiorentina 1-0: "Una gioia esultare con i nostri tifosi"

Redazione Nove da Firenze