Lavori sulla Fi-Pi-Li, la Cna alza la voce: "Lavori h24 per finire prima"

Landi: "Perdita di tempo insopportabile, si rischia di passare in auto 175 ore, praticamente un mese di lavoro passato in più in auto". Balducci: "La politica non può delegare completamente la gestione dell'opera alla tecnica"


Sono iniziati i da qualche settimana i lavori sul tratto stradale tra Ginestra Fiorentina e quello di Montelupo Fiorentino (dal km 15+180 al km 19+375): un segmento viario necessariamente da ammodernare e mettere in sicurezza.

“Il problema è che i lavori si preannunciano insopportabilmente lunghi con pesanti disagi e costi per cittadini e imprese, basi pensare alla perdita di tempo (se consideriamo per un lavoratore o un imprenditore 30 minuti all’andata e al ritorno di coda per 5 giorni alla settimana per 35 settimane, otteniamo 175 ore, praticamente un mese di lavoro passato in più in auto) o al negativo impatto ambientale derivante da consumo e inquinamento” commenta Marco Landi, presidente CNA Empolese Valdelsa.

Disagi accentuati dal fatto che i lavori insistono su un tratto stradale “normalmente” problematico, specialmente al casello autostradale di Scandicci e all’uscita Lastra a Signa, essendo l’unico asse viario che attraversa l’area dell’Empolese Valdelsa collegandola alla città di Firenze e alla grande area produttiva della Piana Fiorentina e Scandicci.

Se le imprese coinvolte nei lavori stanno facendo del loro meglio per accelerare i lavori e ridurre i disagi altrettanto, purtroppo, non si può dire del livello amministrativo.

“Già 10 anni fa la FI PI LI, ad esclusione del segmento in oggetto, fu ammodernata per ampi tratti con una durata dei lavori di quasi 3 anni che provocò disagi infiniti a cittadini e imprese, ma evidentemente le lezioni sono dure da imparare – continua Simone Balducci, presidente CNA Scandicci e Lastra a Signa – La politica non può delegare completamente la gestione dell’opera alla tecnica, accorgendosi dei problemi solo a cose fatte. I tecnici delle amministrazioni, dal canto loro, nel preparare la gara su un tratto stradale così importante e utilizzato (40/50.000 veicoli al giorno) non possono non prevedere lavori h24, anche se i costi aumentano”. E' questo, come noto, un cavallo di battaglia di Marco Stella, vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana.

Da CNA, come già 10 anni fa, un appello a concludere i lavori velocemente e l’invito a prolungare i lavori anche alla fascia notturna, così come accade in tutto il resto del mondo.

Redazione Nove da Firenze