All'Antico Vinaio, storia di un miracolo fiorentino

Tommaso Mazzanti, titolare di un'impresa enogastronomica divenuta star mondiale grazie anche ai social network, giovedì inaugura in Palazzo Pucci "Firenze cambia", ciclo di incontri con le eccellenze dell'imprenditoria giovanile ideato da Confcommercio


Sarà Tommaso Mazzanti, titolare insieme alla famiglia dell’Antico Vinaio di via dei Neri, ad inaugurare giovedì 27 giugno “Firenze Cambia”, il ciclo di appuntamenti con le eccellenze dell’imprenditoria giovanile fiorentina ideato dalla Confcommercio. Il pubblico potrà così capire meglio come sia stato possibile, per un’impresa enogastronomica semplice e tradizionale quale quella di un “vinaino”, trasformarsi in un fenomeno social e venire inclusa nella lista delle esperienze che i turisti devono assolutamente vivere a Firenze, al pari di una visita alla Galleria dell’Accademia per vedere il David di Michelangelo o una passeggiata su Ponte Vecchio.

L’incontro, aperto a tutti con prenotazione al link https://bit.ly/31NSe1f, sarà preceduto da un welcome dinner alle ore 20 e si terrà dalle ore 21 nelle sale di Palazzo Pucci, in via dei Pucci 2 a Firenze. A moderarlo saranno il direttore della Confcommercio Toscana Franco Marinoni insieme alla giornalista della Nazione Rossella Conte. Sul palco, a suggerire alcuni spunti di riflessione, saliranno anche Mirko Lalli, founder e CEO di “Travel Appeal”, azienda innovativa che lavora sui “big data” per il turismo, e Marco Stabile, chef stellato dell’Ora d’Aria di Firenze, da poco eletto presidente dell’Associazione Ristoratori della provincia di Firenze.

“Firenze è tutt’altro che una città ferma ai fasti del passato. Anzi, ha ancora molto da dire sullo scenario economico contemporaneo e lo fa anche grazie a giovani talentuosi come Tommaso Mazzanti”, sottolinea il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, “per questo, e per dare una sferzata di ottimismo a chi vede le cose sempre troppo nere, abbiamo voluto mettere sotto i riflettori le esperienze di successo imprenditoriale legate agli “under 40” di Firenze e provincia, dimostrando come anche i giovani – con qualche buona idea, spirito d’iniziativa e tanta volontà - possano essere protagonisti del cambiamento”.

“Tommaso Mazzanti, oggi appena trentenne, è riuscito a cogliere le opportunità che venivano dal web per mettere le ali all’azienda aperta dai suoi genitori nel 1989, in cui lui lavora da quando aveva 15 anni”, spiega Marinoni, “acquistare un panino nel suo locale è considerato ormai un “must- do” per i turisti che arrivano a Firenze da tutto il mondo e lo dimostrano sia le oltre 40mila recensioni su internet sia le interminabili code di clienti in attesa lungo via dei Neri. Così, lui ha potuto aprire altri locali e proseguire la sua esperienza imprenditoriale addirittura oltre oceano alla conquista di New York, grazie all’amico Joe Bastianich. Gli chiederemo come ha fatto a diventare “il paninaro più famoso del mondo”. Se il suo successo è frutto di una strategia ragionata o di puro intuito. Vorremmo che fosse di esempio e stimolo per tanti altri giovani alla ricerca di una strada”.

“Da esperto di web e turismo, Mirko Lalli ci aiuterà ad evidenziare alcuni elementi vincenti nella storia dell’Antico Vinaio, ad esempio come utilizzare i social media per lanciare il proprio business e, soprattutto, ci farà capire il ruolo dell’enogastronomia nella costruzione dell’identità di una destinazione turistica. Con lo chef stellato Marco Stabile, invece, parleremo del valore della ristorazione e delle proposte di qualità che vengono dalla tradizione dello street-food”, conclude Marinoni. 

Redazione Nove da Firenze