Ponte Vespucci: la settimana prossima seconda fase della ri-pavimentazione

Nuovo asfalto in via San Felice a Ema, tra i principali interventi che prenderanno il via sulle strade cittadine. Fratelli d'Italia: "Cantiere per la pista ciclabile in via XX Settembre, disagi ai residenti"


Nuovo asfalto in via San Felice a Ema e via della Casella, il rifacimento dei marciapiedi in via Simone Martini e la seconda fase dei lavori alla pavimentazione su Ponte Vespucci. Ma anche lavori agli impianti dell’illuminazione pubblica in via Castelnuovo e via delle Romite e l’installazione di una nuova porta telematica in zona via Guelfa. Sono solo alcuni dei principali lavori che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine con l’istituzione di provvedimenti di circolazione.

Per quanto riguarda le asfaltature, da lunedì 9 novembre sono in programma di ripristino definitivo a seguito dei lavori di rifacimento della rete idrica nella zona di via San Felice a Ema-piazzale del Poggio Imperiale. L’intervento sarà effettuato in orario notturno (21-6.30) ed è articolato in fasi successive e andrà avanti fino al 26 novembre. Si inizia con i restringimento di carreggiata e senso unico alternato e divieti di sosta in largo Fermi (tra via Righini e piazzale del Poggio Imperiale), a seguire i lavori interesseranno piazzale del Poggio Imperiale (chiuso fra viale del Poggio Imperiale e via San Felice a Ema), via San Felice a Ema (con la chiusura tra piazzale del Poggio Imperiale e via Silvani) e via Accursio (tra via San Felice a Ema a via Borgonovo). In via Silvani tra via San Felice a Ema e la rotatoria saranno in vigore un restringimento di carreggiata e un senso unico alternato. Itinerario alternativo per il Galluzzo: via Gelsomino-via Senese-via Volterrana-piazza Acciaiuoli-via Silvani. La terza fase interesserà via Silvani con restringimenti di carreggiata e senso unico alternato nel tratto via San Felice a Ema e via Cicognani.

Lunedì 9 novembre scatta la seconda fase dei lavori di rifacimento della pavimentazione su Ponte Vespucci. Il cantiere si sposterà sul lato verso il centro. Nessun cambiamento per la mobilità: resterà aperta la direttrice dall'Oltrarno verso il centro. Itinerari alternativi per la direttrice opposta da lungarno Vespucci-piazza Goldoni-Ponte alla Carraia-lungarno Soderini.

Sempre da lunedì 9 novembre sono in programma i lavori di rifacimento del marciapiede in via Simone Martini nell’area dell’incrocio con via Canova. Fino al 18 novembre previsti divieti di transito (nella corsia di svolta da via di San Bartolo a Cintoia verso via Canova) e restringimenti di carreggiata (da prima dell’incrocio con via Canova provenendo da via di San Bartolo fino all’incrocio con via Canova). In via della Casella da lunedì 9 novembre sono in programma di ripristini della carreggiata a seguito di interventi sui sottoservizi. Fino a mercoledì 11 novembre saranno in vigore divieti di sosta e transito nel tratto compreso fra i numeri civici 40 e 44 e restringimenti di carreggiata con senso unico alternato tra i numeri civici 34 e 40. Stessi provvedimenti anche in via Massa tra i numeri civici 40 e 44. 

"I lavori di completamento della pista ciclabile di via XX Settembre sono in fase di attuazione; in quel tratto la pista ciclabile si interrompeva e chi pedalava da o verso il Ponte Rosso era costretto a scendere per strada. Il punto in cui il percorso riservato ai velocipedi mancava è prossimo all'intersezione di via Vittorio Emanuele II e adesso vi è collocato un cantiere che durerà almeno fino al 20 dicembre prossimo. Ho raccolto - dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia Alessandro Draghi - alcune lamentele da parte dei residenti che subiscono il disagio arrecato dei lavori; non è cosa da poco che siano temporaneamente sottratti agli abitanti e ai fruitori degli esercizi commerciali decine di posti auto. Le scocciature maggiori tuttavia avvengono di notte quando coloro che abitano in zona hanno difficoltà a trovare parcheggio e spesso si arrischiano a lasciare l'auto in divieto di sosta". "Cercherò di trovare una soluzione provvisoria almeno per coloro che vivono nell'isolato antistante, cercando di poter ottenere dei posti gratuiti per tutta la durata del cantiere all'interno del Parterre, parcheggio gestito da una partecipata del Comune" conclude Draghi.

Redazione Nove da Firenze