La sepoltura di Eugenio Montale non corre più rischi

Si conclude con l'impegno della giunta comunale a trovare una soluzione alla concessione scaduta, la richiesta che i lettori di Nove da Firenze hanno rappresentato nel pomeriggio sabato 12 ottobre 2019 a San Felice a Ema, invitati dalla nostra redazione per testimoniare l’attenzione della città al destino del poeta. La nostra proposta è di realizzare un censimento delle tombe illustri nei cimiteri urbani.

C'era molta gente al Cimitero di S. Felice a Ema, appresa la notizia dal nostro giornale che concessione del loculo è scaduta da 8 anni. Sul nome del Premio Nobel affisso in bacheca, interviene l'assessore Vannucci: "Ci stiamo adoperando col sindaco e la giunta per trovare una soluzione per questa sepoltura importante". In ogni caso, il poeta riposerà sempre assieme alla moglie Drusilla. Domanda d'attualità della consigliera comunale Antonella Bundu (SPC).

Il premio Nobel per la letteratura è sepolto al cimitero di San Felice a Ema, al Galluzzo, dal 1981. Ma la concessione del loculo di famiglia è scaduta da otto anni e tecnicamente poteva essere sfrattata e di finire nell’ossario comunale. Nove da Firenze per evitare questo rischio ha invitato i lettori per testimoniare la vicinanza di Firenze, nel 123° anniversario della sua nascita (12 ottobre 1896).

Ieri anche la presidente dei Senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini aveva lanciato un appello al ministro Franceschini: se i resti del poeta degli Ossi di Seppia finissero nell'ossario comune "sarebbe un insulto alla memoria e a quello che Montale rappresenta per la cultura mondiale".

Tutti gli articoli su La sepoltura di Eugenio Montale non corre più rischi

  La tomba di Eugenio Montale ...

"La tomba di Montale non si tocca, onorati che sia sepolto da noi": il Comune rassicura Firenze

Cimitero di S. Felice a Ema: dopo la notizia data dal nostro giornale sulla concessione del loculo scaduta da 8 anni e il nome del Nobel affisso in bacheca, interviene l'assessore Vannucci: "Ci stiamo adoperando col sindaco e la giunta per trovare una soluzione per questa sepoltura importante". In ogni caso, il poeta riposerà sempre assieme alla moglie Drusilla. Domanda d'attualità di Bundu (SPC). Iacuzzi a Nardella: "Tumuliamolo in S. Croce nel Pantheon degli Italiani" Foto

 FIRENZE- Stamani  Nove d...

Appello ai fiorentini: salviamo la tomba di Eugenio Montale

Il premio Nobel per la letteratura è sepolto al cimitero di San Felice a Ema, al Galluzzo, dal 1981. Ma la concessione del loculo di famiglia è scaduta da otto anni e adesso la salma del poeta rischia di essere sfrattata e di finire nell’ossario comunale. Nove da Firenze invita tutti domani pomeriggio (dalle 15:00 alle 17:00) davanti alla sua lapide per testimoniare la vicinanza di Firenze, nel 123° anniversario della sua nascita (12 ottobre 1896)

 A seguito del nostro articolo...

Bernini (FI): "Franceschini si attivi per salvare i resti di Montale"

Il presidente dei Senatori di Forza Italia dopo il caso sollevato da "Nove da Firenze" lancia un appello al ministro: se i resti del poeta degli Ossi di Seppia finissero nell'ossario comune "sarebbe un insulto alla memoria e a quello che Montale rappresenta per la cultura mondiale"

  I resti mortali di Eugenio M...

Eugenio Montale: il Premio Nobel ha la concessione scaduta al cimitero

L'autore di "Ossi di Seppia" è morto il 12 settembre 1981 ed è sepolto al cimitero di San Felice a Ema, in un loculo familiare con la moglie Drusilla. Il nome compare nella lista delle concessioni scadute (la sua da ben 8 anni) e siccome il Comune sta mettendo ordine nel settore, il rischio che i resti mortali del poeta possano finire nell'ossario comune appare concreto. Due coincidenze: nacque il 12 ottobre e proprio ieri sono stati assegnati i premi Nobel ex-aequo 2019 per la Letteratura Foto