La relazione di fine mandato del sindaco nel Consiglio comunale di Firenze

Convocato per lunedì 25 febbraio alle ore 13,15. Nardella: “Abbiamo realizzato il 95% del programma”


Il Consiglio comunale di Firenze, presieduto da Andrea Ceccarelli, è convocato per lunedì 25 febbraio alle ore 13,15 nel Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio. Dopo le comunicazioni e le domande di attualità dei consiglieri ci sarà la relazione di fine mandato del sindaco di Firenze Dario Nardella.

“In questi cinque anni abbiamo realizzato il 95% dei punti contenuti nel programma di mandato di cui fanno parte 251 azioni. Di queste l’83,27% sono state completamente realizzate, mentre l’11,95% sono in dirittura di arrivo. Ci resta invece da realizzare il 5% dei progetti previsti nel 2014”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, presentando il bilancio di fine mandato nell’ambito dell’evento ‘Quanto fa Firenze’, che si è tenuto ieri in Sala d’Arme a Palazzo Vecchio. All’evento ha partecipato anche Vincenzo Smaldore, responsabile contenuti della società Depp, che si occupa di progetti open government e trasparenza per le pubbliche amministrazioni, che ha eseguito la valutazione dello stato di realizzazione del programma fiorentino. All’evento erano presenti anche gli assessori.

“La legge italiana impone a tutte le amministrazioni locali di fare un rendiconto di ciò che è stato fatto nel mandato - ha spiegato il sindaco -. Noi abbiamo anche deciso di comunicarlo in maniera diretta e trasparente a tutti i cittadini e per farlo ci siamo avvalsi di un soggetto terzo che ha certificato la corrispondenza di quello che abbiamo fatto rispetto a quello che abbiamo promesso”.

La relazione di fine mandato è stata introdotta dall’articolo 4 del Dlgs 149/2011. La valutazione dello stato di realizzazione delle azioni del programma di inizio mandato del sindaco è stata fatta da Depp sulla base dei dati raccolti dalle singole Direzioni comunali per la stesura della relazione di fine mandato, che il sindaco presenterà lunedì pomeriggio in Consiglio comunale.

“È la prima volta che Firenze si fa certificare il lavoro svolto nel mandato da un soggetto terzo - ha continuato Nardella -. La nostra decisione è stata motivata dal fatto che vogliamo che siano soggetti autonomi e professionali a dare un giudizio sul nostro operato. Io credo che questo modo di parlare con i cittadini sia serio perché raccontiamo quello che abbiamo fatto e quello che non siamo riusciti a fare”. “Sono abbastanza soddisfatto del nostro operato - ha dichiarato il sindaco Nardella - anche se c’è ancora molto da lavorare. Ad esempio, non abbiamo realizzato alcuni parcheggi e alcune pedonalizzazioni, in questo caso penso a quella di viale Paoli”. Il sindaco ha infine ringraziato la giunta, i dirigenti e i dipendenti del Comune perché è anche grazie a loro che “Firenze in questi cinque anni è molto cambiata: ha meno traffico grazie allo sviluppo del sistema tramviario, è più pulita, ha più sicurezza grazie alle telecamere di videosorveglianza e soprattutto è cambiata dal punto di vista della riqualificazione delle piazze e delle periferie”.

Da oggi parte una campagna di informazione e comunicazione istituzionale sul bilancio di fine mandato ai sensi della legge 150/2000.

Redazione Nove da Firenze