La GDO in Toscana chiude "per scelta"... o per sciopero

Unicoop Firenze inizia il nuovo anno all'insegna della sostenibilità del lavoro. Ai Gigli nel 2019 continua la lotta per i diritti sindacali al supermercato Pam-Panorama


Per il 2019 che inizia domani, Unicoop Firenze ha già fatto la sua scelta, che è quella di continuare a garantire feste in famiglia per clienti, soci e dipendenti della cooperativa e un’apertura limitata nelle domeniche dell’anno. Dopo le chiusure di tutti i punti vendita per il 25 e 26 dicembre, anche domani, primo gennaio, e domenica 6 gennaio per la festa della Befana i punti vendita della cooperativa resteranno chiusi. Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania sono quattro delle dieci festività di chiusura garantita dal piano di aperture festive della cooperativa, presentato a giugno 2017 per “soddisfare i bisogni, senza forzare i consumi” come recitava un manifesto delle cooperative emiliane degli anni Sessanta. Prima del dibattito politico degli scorsi mesi e dopo essersi impegnata per modificare le norme che permettono aperture illimitate, Unicoop Firenze da giugno 2017, accogliendo anche le sollecitazioni dei lavoratori, ha modificato la politica di aperture festive, nell’ottica di tenere insieme etica ed impresa, valori cooperativi e sostenibilità economica. La linea della cooperativa garantisce la chiusura nelle dieci festività “comandate” religiose e civili e, durante l’anno, l’apertura domenicale limitata alla sola mattina nel 40% dei punti della rete di vendita, con relativa chiusura dell’intera giornata dell’altro 60% dei punti di vendita. La posizione della cooperativa è chiaramente contro la concezione del lavoro continuo e del servizio continuo, un modello che crea conflitto fra chi produce e chi consuma e relega all’ultimo posto la socialità e le relazioni. Al contrario Unicoop Firenze lavora costantemente per riaffermare il principio che non si può sacrificare tutto in nome dei consumi e dell’eccesso di servizio e punta a rimettere al centro elementi valoriali, come quelli legati alla qualità della vita delle persone. Per questo anche nel 2019 Unicoop Firenze promuoverà appuntamenti domenicali come passeggiate, visite guidate, spettacoli e altre occasioni di scoperta del territorio, perché la domenica torni ad essere il tempo dello stare insieme.

La fine del 2018 ha visto al Centro Commerciale I Gigli lo sciopero e alla lotta delle lavoratrici e dei lavoratori del punto vendita Pam-Panorama. A febbraio 2019 scade un contratto di solidarietà, a cui rischiano di seguire 36 esuberi. Dopo lo sciopero del 24 dicembre, l’Azienda il 27 dicembre ha convocato tutte le organizzazioni sindacali per il 9-10 gennaio 2019. Ma l'Unione Sindacale di Base ha ritenuto tale convocazione strumentale e tesa unicamente a garantire all’azienda che le giornate del del San Silvestro e della Befana non subissero rallentamenti o ripercussioni sull’attività dell’inventario. Per tale motivo i lavoratori e le lavoratrici hanno rinnovato lo sciopero dell’intera giornata di oggi con un presidio dalle ore 10 alle ore 12 dinnanzi alla Corte Lunga.

Redazione Nove da Firenze