Rubrica — Siena Calcio

La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo: la Robur chiamata a destarsi

Bruzzo condanna il Siena alla sconfitta casalinga contro il Pontedera. 2 legni negano la rete ai bianconeri fermati da sfortuna e mancato cinismo


SERIE C - GIRONE A — La frase, famosissima, di Roberto "Freak" Antoni sintetizza benissimo il pomeriggio del Franchi. Il Siena macina gioco, va vicino alla rete in più occasioni, rischia qualcosa in difesa e poi si arrende ad una rete, di Bruzzo, che fa più male di una pugnalata.

Nel calcio, si sa, si deve ben giocare ma è fondamentale anche avere una mano, una volta ogni tanto (meglio spesso) dalla dea bendata. Proprio quella che, ieri, ha voltato le spalle a D'Ambrosio e soci condannandoli ad una sconfitta che, almeno per quanto si è visto nel primo tempo, ha il sapore della beffa.

La colpa dei ragazzi di Dal Canto? Facile, non averla messa dentro quando serviva nel momento in cui il match doveva essere indirizzato. Il mister rimarca il concetto, come sempre, con onestà:“Dovevamo chiudere il primo tempo in vantaggio, perchè poi il calcio va così, ci capita sempre in casa: mi assumo le responsabilità ma oggi veramente non saprei cosa dire ai giocatori". 

Poi, un pensiero rivolto a chi ha sfidato l'umidità del pomeriggio senese per recarsi allo stadio: "Mi dispiace perchè continuo a mandare a casa i tifosi sempre scontenti, fatico a dare una spiegazione, non troviamo una via di fuga in questo squilibrio di risultati tra casa e trasferta".

Come sempre, l'allenatore non ha torto. Purtroppo però, questa è una sconfitta dura da mettere in archivio. Servirà riprendersi presto, anche moralmente, fin dalla sfida interna di mercoledì in Coppa Italia.

Robur è ora di destarsi sperando che "la ruota giri" e che la dea bendata si ricordi che ci sei.

ROBUR SIENA: Confente; Lombardo, D’Ambrosio, Baroni, Panizzi (43’st Migliorelli); Serrotti (25’st Guberti), Gerli, Vassallo; Cesarini, D’Auria (35’st Polidori); Guidone (25’st Ortolini). All. Dal Canto. A disp. Ferrari, Arrigoni, Campagnacci, Romagnoli, Oukhadda, Da Silva, Andreoli, Buschiazzo.

PONTEDERA: Mazzini, Pavan, Risaliti, Benassai, Mannini, Caponi, De Cenco (39’st Ropolo), Barba (29’st Bruzzo), Cigagna (17’st Serena), Calcagni (17’st Piana), Semprini (17’st Tommasini). All. Maraia. A disp. Sarri, Bianchi, Giuliani, Salvi, Bernardini, Bardini, Negro.

Arbitro: Matteo Marcenaro (Genova). Assistenti: Paolo Laudato (Taranto ) e Francesco Bruni (Brindisi)

Marcatori: 34’st Bruzzo

Ammoniti: Barba, Caponi, Gerli, Mazzini, Tommasini

Note: 1971 abbonati, 898 paganti (63 ospiti) 16500 euro incasso (compresa quota abbonati)

la foto è tratta dal sito uffciale del Siena

Siena Calcio — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro — Pugliese di origine e senese di adozione è giornalista pubblicista, operatore dell'informazione nel pubblico impiego e scrittore. Potete scrivergli a tonio.saponaro@virgilio.it

E-mail: tonio.saponaro@virgilio.it