La Fiorentina perde ancora ma conferma Montella

Una Fiorentina dimessa e intimorita regala un tempo al Torino e subisce un goal. Una ripresa reattiva e un tardivo forcing non evitano la quarta sconfitta consecutiva. Al momento Montella conserva la panchina. Domenica arriva l'Inter al Franchi


E' una Fiorentina inguardabile la squadra che disputa a Torino una delle peggiori gare di questo,campionato. Una squadra che sta precipitando in un tunnel che l'avvicina pericolosamente alla zona retrocessione. La Fiorentina sembra percorsa da un male oscuro che si esplicita non solo in un gioco inefficace e inconcludente ma anche in una non grande coesione tra i giocatori, che si manifesta in campo con scatti di nervosismo e in azioni condotte all'insegna di un individualismo sterile e inconcludente. La partita di oggi ha mostrato tutti i limiti che derivano oltre che da una campagna acquisti non proprio riuscita anche da una conduzione tecnica inadeguata. Abbiamo grande stima di Montella ma in questi mesi di conduzione il tecnico non ci ha convinto. Il cambiamento dell'allenatore non è certo la soluzione salvifica che raddrizza la stagione, ma può essere il primo passo,oltre a un necessario rafforzamento della squadra, per provare a impedire il naufragio dei viola.

La cronaca ci dice di un primo tempo caratterizzato da una fase di studio, dove entrambe le squadre compiono numerosi errori di misura. La gara è condotta a ritmi bassi ed è decisamente noiosa. All' undicesimo s'infortuna l'ex viola De Silvestri ed è sostituito da Aina, Al 18' si rende pericoloso il Torino con Zaza che è anticipato da Dragowski .Due minuti dopo è ancora Zaza a rendersi pericoloso ma il portiere viola salva di piede. Il Torino gioca, la Fiorentina subisce. Al 21' Ansaldi salta Ghezzal e serve un buon pallone in area per Zaza che mette in rete di testa anticipando Dalbert e Castrovilli. E' il vantaggio granata che fissa il risultato sino alla fine di un tempo che ha visto la Fiorentina non tirare mai in porta

Nella ripresa la Fiorentina deve cercare di fornire una prestazione più decente dello squallore del primo tempo. Al quinto minuto Montella toglie un deludente Ghezzal e schiera Sottil, La squadra cerca di alzare il baricentro e prova a trovare il goal. Al settimo ci prova Vlahovic con un colpo di testa che finisce alto, al decimo ci prova Benassi ma il suo tiro al volo finisce sopra la traversa,

Dopo il predominio granata del primo tempo, i viola provano a imporre il gioco e hanno due buone occasioni. Al quindicesimo dopo una buona azione di Vlahovic, Chiesa tira da pochi metri ma l'ottimo Sirigu para. Al ventiquattresimo è ancora protagonista il portiere granata che riesce a deviare un buon tiro di Sottil. E' il momento migliore dei viola. Sembrano sul punto di pareggiare ma arriva a sorpresa il raddoppio granata su una ripartenza conclusa da Ansaldi che batte Dragowski.

La Fiorentina prova disperatamente a riaprire la partita, Montella schiera Pedro al posto di Vlahovic. Nel confuso forcing finale arrivano due occasioni con Sottil e con Pedro ma non hanno esito. Al quarantacinquesimo arriva il goal di Caceres dopo un'azione di Chiesa sulla sinistra, Ci sono tre minuti di recupero e i viola provano a cercare il pareggio che non arriva. L'ultima occasione è per Chiesa ma il suo tiro è deviato da Sirigu. La gara finisce con la quarta sconfitta della Fiorentina.

Queste le dichiarazioni di Vincenzo Montella ai microfoni di Sky: “Mi porto tanta rabbia perché la squadra nel suo insieme ha disputato una partita alla pari con l’avversario, anche come occasioni. Il primo tempo è stato poco incisivo, poco aggressivo. La squadra era un po’ contratta e non va bene, ma nel secondo tempo ha reagito creando 3-4 nitide occasioni. Dobbiamo concretizzare di più, anche oggi ci abbiamo messo tantissimi tiri per fare gol e alla fine grazie alla caparbietà di un difensore siamo riusciti ad avere un po’ di speranza. Riparto da quella rabbia e determinazione che la squadra ha dimostrato di avere nel secondo tempo”.

Nel dopo gara un deluso Commisso ha dichiarato ai microfoni di radio Bruno:

“Negli ultimi venti minuti abbiamo giocato bene, ma non nel primo tempo. Vengo a Firenze e parlo con tutti, ma mi aspetto di vedere anche delle belle partite. Sono arrabbiato con tutti, anche con me stesso. Stasera parlerò anche con la squadra”. E a proposito di Montella ha detto: “ Vedremo come andrà contro l’Inter, bisogna valutare la situazione giorno dopo giorno.”

Torino-Fiorentina 2-1

TORINO (4-4-1-1): Sirigu; De Silvestri (11' st Aina), Izzo, Nkoulou, Bremer; Baselli, Rincon, Ansaldi, Verdi (31' st Laxalt); Berenguer (13' st Meitè), Zaza. Allenatore: Mazzarri

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Caceres, Milenkovic, Ceccherini, Dalbert; Pulgar, Benassi, Castrovilli; Ghezzal (5' st Sottil), Vlahovic (32' st Pedro), Chiesa. Allenatore: Montella

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Reti: 21' pt Zaza; 21' st Ansaldi, 45' st Caceres

Note: ammoniti Chiesa, Aina, Baselli, Caceres, Rincon,Vlahovic

Alessandro Lazzeri