Investe una donna sulle strisce e scappa: rintracciato dalla Polizia Municipale

Sicurezza Stradale: raffica di multe nel Quartiere 5 per mancanza di revisione e assicurazione e guida con cellulare. La prossima settimana scattano i controlli mirati della Polizia Municipale contro l’eccesso di velocità


Aveva investito una donna sulle strisce a fine aprile e si era allontanato dopo averla soccorsa, ma la Polizia municipale di Campo di Marte lo ha rintracciato nei giorni scorsi: per lui, un italiano di 61 anni, sono scattate così diverse sanzioni. Tutto è cominciato il 24 aprile: un uomo alla guida di un furgone si era appena immesso nel viale Don Minzoni proveniente dalla via Masaccio ma all’altezza delle strisce pedonali, aveva investito una donna di 76 anni che stava attraversando regolarmente la strada. Subito dopo l’incidente l’uomo aveva soccorso la donna a terra , ma poi si era allontanato senza attendere l'arrivo della pattuglia della Municipale e senza fornire i dati per il risarcimento del danno alla controparte. Gli agenti del Reparto Campo di Marte, inviati sul posto per procedere con i rilievi, sono tuttavia riusciti a risalire all’intestatario del furgone grazie ad alcune testimonianze ed ad una foto acquisita sul posto. Il mezzo è risultato intestato ad una cooperativa sociale al cui indirizzo si sono rivolti direttamente gli uomini delle Municipale. È proprio presso la sede che è emersa l’identità dell’uomo: si tratta di un 61enne residente in provincia a cui gli stessi agenti avevano ritirato la patente nel 2011 perché aveva causato un altro incidente mentre, ubriaco, guidava un veicolo con targa contraffatta. Dopo una sospensione della patente per un anno e tre mesi, l’uomo era riuscito finalmente a riottenere un permesso di guida provvisoria che scadeva nel settembre 2016. Da allora però il 61enne non aveva proseguito nell’iter e non era tornato davanti alla commissione medica ma aveva continuato a guidare con il permesso scaduto fino ad oggi. Gli agenti di Campo Marte quindi l’hanno sanzionato per guida con patente scaduta (155 euro con ritiro del permesso), per non aver lasciato i dati alla controparte (multa da 85 euro), per non aver dato la precedenza al pedone (altri 163 euro). Inoltre gli agenti hanno contestato al legale rappresentante della Cooperativa sociale un ulteriore verbale da 389 euro per l’incauto affidamento del mezzo. Grazie all’operato degli agenti la 76enne investita potrà procedere quindi con la richiesta danni alla compagnia assicurativa del furgone.

23 veicoli controllati, un verbale per guida senza casco, un sequestro di un mezzo, una patente ritirata ed una denuncia per guida in stato di ebbrezza: questo l’esito degli accertamenti di ieri notte, dalle 21 alle 3, effettuati dell’Autoreparto sul posto di controllo organizzato in Viale Paoli finalizzato alla sicurezza stradale. Gli accertamenti si sono rivolti anche alla guida in stato di ebbrezza e le pattuglie hanno operato mediante ‘pretest’ per la rilevazione del tasso alcolemico. Gli agenti hanno controllato più di venti veicoli e un conducente 45enne originario dello Sri Lanka e residente a Firenze è stato colto alla guida in stato di ebbrezza. Dagli accertamenti è risultato positivo all’alcoltest con tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 g/l. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro ai fini della confisca e la sua patente ritirata in vista della sospensione, con in più la decurtazione di 10 punti. Inoltre subirà un procedimento penale per guida in stato di ebbrezza. Un altro conducente di veicolo a due ruote è stato sanzionato perché non indossava il casco: per lui un verbale di 81 euro e fermo amministrativo del veicolo per 60 giorni.

Due giorni di controlli incrociati per gli agenti di Rifredi su soste e transiti nel Quartiere 5, grazie anche alla collaborazione e alle segnalazioni dei residenti. Ieri pomeriggio sono state controllate le soste in via dello Steccuto. Un ciclomotore di proprietà di un cittadino originario della Colombia è stato sanzionato poiché privo di revisione per più di una volta: l’ultima revisione risultava infatti effettuata a settembre 2006 (verbale di 338 euro) e mancava pure la copertura assicurativa da ben dieci anni (sanzione di 849 euro). Il veicolo è stato sequestrato e portato in depositeria. Un altro veicolo a due ruote di proprietà di un italiano è stato sanzionato in via Reginaldo Giuliani in quanto risultava privo di copertura assicurativa da tre anni (verbale da 849 euro) e privo di revisione (169 euro). Anche questo mezzo è stato sequestrato e portato alla depositeria. Il giorno prima in Via di Novoli un marocchino di 30 anni senza fissa dimora è stato colto mentre guidava la macchina di un altro marocchino residente a Firenze ma non aveva la patente: per lui una multa di ben 5000 euro e una sanzione di 849 euro perché l’auto era anche priva di assicurazione. La macchina è stata sequestrata e introdotta in depositeria perché l’uomo non era nelle condizioni di poter custodire il veicolo a causa di precedenti penali. Ma da ulteriori accertamenti sono emersi anche altri particolari: il proprietario dell’auto risultava come intestatario fittizio di altri 24 veicoli, per cui a quest'ultimo stata è notificata una violazione di 777 euro (ganasce fiscali). E’ stata poi la volta di un 41enne fiorentino alla guida di un suv, sanzionato in via Pratese perché telefonava col cellulare senza vivavoce o auricolare: per lui 161 euro di verbale e 5 punti decurtati dalla patente. Sempre in via Pratese, un uomo di 49 anni è stato sanzionato perché guidava una macchina con patente scaduta da settembre 2017: il documento è stato ritirato e l’uomo è stato multato con un verbale di 155 euro. Inoltre, dato che anche lui usava il cellulare senza vivavoce o auricolare, si è visto staccare un verbale di 161 euro e subirà la decurtazione di 5 punti sulla patente. Stessa sorte e stessa via per una donna fiorentina alla guida di un'utilitaria, sanzionata sempre per uso del cellulare alla guida. In via del Ponte di Mezzo, infine, il conducente di una macchina è stato sanzionato perché procedeva fuori della carreggiata sulla banchina riservata ai pedoni: per lui un verbale da 41 euro.

La Sicurezza stradale si conferma una delle priorità dell’azione della Polizia Municipale. Dopo i controlli delle scorse settimane dedicati alle soste, ai ciclomotori e all’uso del cellulare alla guida, da lunedì l’attenzione degli agenti dell’Autoreparto si concentrerà sul rispetto delle norme in materia di velocità. In particolare, per la salvaguardia della sicurezza della circolazione per gli utenti della strada. La Polizia Municipale ricorda che norme sulla velocità sono disciplinate dall’articolo 142 del Codice della Strada, che prevede numerosi casi di violazioni. In dettaglio se si circola a bordo di un veicolo superando di non oltre i 10 chilometri all’ora il limite di velocità, la sanzione è di 41 euro. La sanzione passa a 169 euro se il limite viene superato tra 10 e 40 chilometri orari la sanzione con anche il taglio di 3 punti sulla patente. E ancora se il superamento è compreso tra 40 e 60 chilometri orari, la multa aumenta a 532 euro con la sanzione accessoria della sospensione della patente, con conseguente ritiro, e taglio di 6 punti/patente. Se invece il limite viene superato di oltre 60 chilometri all’ora, la multa diventa di 829 euro: confermata la sospensione della patente e il taglio di 10 punti. Le sanzioni sono raddoppiate se il trasgressore è un conducente professionale alla guida di un veicolo che trasporta merci pericolose, di un autoveicolo destinato al trasporto di cose o di un autobus. Inoltre, se le violazioni vengono commesse in orario notturno (22-7) le sanzioni sono aumentate di un terzo.

Redazione Nove da Firenze