Intesa Sanpaolo: 2 miliardi di euro per le imprese associate a Confcommercio

Emergenza Coronavirus: l'istituto bancario interviene pesantemente a sostegno dell'economia


Intesa Sanpaolo ha riservato alle imprese e professionisti associati a Confcommercio un plafond di 2 miliardi di euro, per sostenere le attività con la finalità di garantire la gestione dei pagamenti urgenti e le esigenze immediate di liquidità. L’attuale situazione emergenziale richiede infatti azioni immediate a tutela delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi, dei trasporti, delle professioni e delle persone che vi lavorano, attraverso iniziative straordinarie di sostegno, nella convinzione di una futura ripresa.

L’iniziativa è parte integrante delle misure straordinarie annunciate in questi giorni da Intesa Sanpaolo a sostegno dell’economia, delle imprese e delle famiglie italiane. Per gli associati Confcommercio è stata inoltre prevista una convenzione con condizioni dedicate che include la restituzione delle commissioni sui micro-pagamenti (di importo inferiore ai 10 Euro) accettati tramite POS fisici Intesa Sanpaolo.

Questo accordo è la conferma del forte rapporto di collaborazione che Intesa Sanpaolo e Confcommercio hanno consolidato negli anni, con la sottoscrizione di numerosi accordi a favore delle imprese associate e nell’agevolare l’accesso al credito al mondo delle microimprese e delle PMI italiane.

Redazione Nove da Firenze