In camera mezzo chilo di marijuana e cocaina: arrestato dalla polizia

Insospettiti da un forte odore di sostanza stupefacente, lo hanno fermato durante un controllo in zona Sant’Ambrogio. Controlli anti-spaccio dei Carabinieri anche a Grosseto


Continua il contrasto allo spaccio di stupefacenti della Polizia di Stato. Ieri sera una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Toscana ha sequestrato mezzo chilo di marijuana nell’abitazione fiorentina di un 30enne, finito poi in manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo, durante un controllo, era stato sorpreso in zona Sant’Ambrogio con addosso alcune dosi dello stesso stupefacente. I poliziotti, appena gli hanno chiesto i documenti, hanno sentito un fortissimo odore di marijuana e si sono insospettiti. Al giovane non è rimasto che tirar fuori dalle tasche del giubbino 4 dosi (proprio di marijuana) per un totale di oltre 7 grammi di sostanza. Successive verifiche nel suo appartamento in zona Campo di Marte hanno invece portato alla scoperta di 500 grammi della stessa sostanza e poco più di 7 di cocaina. Nella sua camera è stato anche trovato materiale per il confezionamento degli stupefacenti e una bilancina di precisione. Analoghi controlli non sono mancati neanche nei giorni scorsi. Lunedì sera un’altra pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Toscana ha infatti arrestato un cittadino gambiano di 22 anni fermato in via Nazionale: il giovane è stato sorpreso con addosso oltre 50 grammi di hashish. Sempre nei giorni scorsi, gli agenti del Commissariato di Rifredi hanno denunciato un cittadino nigeriano trovato in possesso di alcuni grammi di droga, tra eroina e marijuana. L’uomo ha tentato di farla franca ingoiando le confezioni di stupefacente, ma gli agenti sono riusciti a fermarlo e recuperare il tutto.

Nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato nella mattinata del 13 novembre 2018, volto al controllo dei luoghi maggiormente interessati dal fenomeno dello spaccio di stupefacenti, i Carabinieri della Compagnia di Grosseto hanno deferito in stato di libertà 6 cittadini marocchini, irregolari sul territorio nazionale. I militari, effettuando una perlustrazione di via dei Barberi, hanno sottoposto a controllo uno straniero che si aggirava con fare sospetto nei pressi della cittadella dello studente. Durante le fasi di controllo i Carabinieri hanno notato che altri due soggetti, alla loro vista, si erano dati a precipitosa fuga rifugiandosi negli edifici abbandonati di Via dei Barberi. nei pressi dell’argine dell’Ombrone. Immediatamente sono state inviate sul posto quattro pattuglie dell’Arma che, unitamente all'unità cinofila della Stazione Carabinieri A.M. di Grosseto, hanno sottoposto ad una approfondita verifica gli stabili, all'interno dei quali sono stati controllati altri sei soggetti che vivevano in pessime condizioni igienico sanitarie. Due dei soggetti sottoposti a controllo sono stati trovati in possesso rispettivamente di 1.200 e 300 euro in contanti, suddivisi in banconote di piccolo taglio e presumibilmente di provenienza illecita. Le somme di denaro sono state sottoposte a sequestro. Nei confronti dei 6 dei soggetti sopra indicati sono state avviate le procedure per l’espulsione.

Redazione Nove da Firenze