Imagine Dragons, a Firenze l'unico concerto in Europa

Imagine Dragons

I fans sono arrivati in città da ogni angolo del continente per ascoltare i quattro musicisti di Las Vegas


Una Visarno Arena quasi piena per l’attesissimo concerto degli Imagine Dragons, unica data europea del loro tour promozionale, davvero incostante: dopo Firenze, le prossime date saranno il 4 agosto in Ohio, e poi il 1 novembre in Texas. È un vasto pubblico coinvolto ma composto, da gruppo pop, fatto per la maggior parte da ragazzi tra i 20 e i 30 anni, ma ci sono anche molte famiglie al completo, figli teenager con entrambi i genitori a seguito, anche questi totalmente partecipi.

Molti fan già dalla notte scorsa erano accampati fuori dell’ippodromo per assicurarsi un buon posto per la visibilità, poiché il sound è ben udibile da ogni angolo del prato. La macchina organizzativa è così ampia ed efficiente che tutto scorre al meglio; prove per Firenze Rocks, sicuramente riuscite.

Sono da poco passate le 21 quando gli Imagine Dragons salgono sul palco, attaccando il concerto con il loro pezzo più noto, Believer, e gli spettatori vanno subito in estasi, cantando a squarciagola il ritornello di questa e di tutte le canzoni a seguire, e molti anche tutte per intere. Scorrono le lacrime sui volti dei ragazzi; queste canzoni li rappresentano, nei loro sogni, nella loro voglia di libertà e di misurarsi con una realtà che li circonda e che spesso non calza a pennello le loro aspettative sulla vita. 

Lo spettacolo continua per quasi due ore con tutte le hit, da Whatever It Takes a Natural  a Bad Liar e molto, molto altro; la scaletta più lunga mai presentata dagli Imagine Dragons dal vivo, in omaggio a questo pubblico venuto da tutta Europa. La band ne è consapevole, e non risparmia ringraziamenti, musica e spettacolarità, fino a terminare con i fuochi d'artificio.

Redazione Nove da Firenze