Il successo di Pitti Uomo nel Consiglio comunale di lunedì 19 gennaio

Torselli (FdI-An): "Gli ospiti assediati dai venditori abusivi sotto gli occhi della Municipale". L’assessore Bettarini replica al capogruppo: “I numeri parlano da soli e sono la migliore risposta alle polemiche inutili”


FOTO & VIDEO — Una comunicazione dell’assessore Bettarini su Pitti Immagine Uomo aprirà i lavori del Consiglio comunale, presieduto da Caterina Biti, di lunedì 19 gennaio dalle ore 14,30 nel salone De’ Duecento di Palazzo Vecchio.


"Vogliamo fare i nostri più sinceri complimenti al sindaco Nardella ed all'amministrazione comunale fiorentina che una volta ancora, approfittando della ribalta di Pitti Immagine Uomo, non si sono fatti scappare l'occasione di offrire al mondo una degna immagine di Firenze. Sono bastate infatti le poche gocce d'acqua cadute in questi giorni, perché la Fortezza da Basso ed i visitatori di Pitti venissero presi d'assalto dai soliti venditori abusivi di ombrelli e impermeabili, nonostante la pressoché costante presenza di agenti di Polizia Municipale". Questo quanto ha denunciato il capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale al Consiglio comunale di Firenze, Francesco Torselli. "La cosa più grave infatti, come dimostrano le foto che abbiamo scattato - ha spiegato Torselli - è che l'assalto degli abusivi agli ospiti di Pitti avveniva serenamente sotto gli occhi della Municipale, praticamente sempre presente all'uscita di Pitti per regolamentare il transito dei pullman, dei taxi e delle navette ed evidentemente impossibilitata ad intervenire dall'assoluta assegna di indicazioni da parte del sindaco e della giunta". "Ci chiediamo - aggiunge l'esponente di FdI-An - se questa amministrazione comunale, al di là degli slogan contro l'abusivismo e gli annunci di inesistenti task-force, sentiti e risentiti durante e subito dopo la campagna elettorale, abbia ben chiaro che la vendita abusiva nel nostro paese rappresenti un reato, sicuramente meno grave di altri, ma comunque un reato". "Mostrare al mondo intero l'immagine che a Firenze i reati avvengono candidamente sotto gli occhi della Polizia Municipale - conclude Torselli - è una pessima pubblicità per la nostra città, nonché un tacito invito a chiunque voglia venire nella nostra città per tentare di vivere di espedienti".



“L’87esima edizione di Pitti Uomo ha registrato un grande successo, con un totale di 24mila presenze di compratori, +15% rispetto al 2014, 35.000 visitatori complessivi e un aumento di compratori italiani e esteri. I numeri parlano da soli e gli ottimi risultati che Pitti riscuote negli anni sono la migliore risposta alle polemiche inutili di Torselli, che ha passato il suo tempo a fare foto mentre tutti noi eravamo impegnati per la buona riuscita della manifestazione”. Così l’assessore allo Sviluppo economico e turismo Giovanni Bettarini replica al capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale al Consiglio comunale di Firenze, Francesco Torselli. “Pitti, non solo ha messo a segno grandi numeri - continua Bettarini -, ma si è aperto sotto i migliori auspici con la conferma da parte dell’amministrazione comunale del piano di recupero della Fortezza da Basso, che rientra nel più ampio progetto di valorizzazione e rilancio del polo fieristico del capoluogo fiorentino e con l’importante impegno per la moda italiana del governo che, come ha detto il viceministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda, ha varato un piano complessivo per il Made in Italy di 260 milioni di euro, che vuol dire sei volte in più rispetto alla media degli ultimi cinque anni”. “L’impegno dell’amministrazione per contrastare il fenomeno dell’abusivismo è forte e nonostante tutto sappiamo che quello che facciamo non ha ancora cancellato il problema - conclude Bettarini -. Quello che è certo è che mai nel passato c’erano stati tanti interventi come in questo periodo, anche grazie all’accordo con le altre forze dell’ordine che sono impegnate nell’individuazione delle fonti di rifornimento di questo mercato parallelo”. A dimostrazione dell’impegno su questo fronte ci sono i dati forniti dalla Polizia municipale: da giugno a dicembre 2014 gli agenti hanno effettuato 2.454 sequestri amministrativi che hanno portato al sequestro di 109.159 oggetti; nello stesso periodo hanno effettuato anche 94 sequestri penali (di merce contraffatta) che hanno determinato il sequestro di 1.797 oggetti. Inoltre, da giugno sono impegnati quotidianamente in servizio ordinario 80 operatori di media, dalle 8 alle 23.

Cartina: avviato il progetto di equity crowdfunding, attiva la raccolta

Redazione Nove da Firenze