Il futuro di Sant'Orsola: l'Ordine Architetti ospita il sindaco Dario Nardella

Il sindaco metropolitano partecipa all'incontro in rappresentanza dell’Ente proprietario del bene


 L'Ordine degli Architetti di Firenze da anni interviene sul futuro di Sant'Orsola auspicando che la riqualificazione possa svolgersi secondo i canoni architettonici contemporanei promossi dai professionisti fiorentini: bandi internazionali e libertà di interpretare il contesto passato e futuro alla luce dell'innovazione e della funzionalità.

Se da una parte agli architetti risultano poco congeniali i veti incrociati ed i paletti imposti alle ristrutturazioni edilizie, dall'altra il "buco nero" di San Lorenzo vive da troppi anni uno stato di abbandono dovuto all'incertezza economica. Il recupero edilizio costa e manca il magnate disposto a fare beneficenza.
Il sindaco Dario Nardella ha recentemente avviato l'opera di restyling manutentivo destinata ad una conservazione del bene provvedendo al risanamento di coperture e facciate. Ma poi?
"Esclusa ogni ipotesi di speculazione" ha ricordato il primo cittadino che continua a confidare nella partnership pubblico-privato per dare nuova vita all'ex Convento.

In Sala Reale, presso la Palazzina Reale della Stazione di Santa Maria Novella, il 12 dicembre è in programma un incontro di riflessione sulle sorti dell’ex Convento, "alla luce degli esiti dell’ultimo bando pubblico, con gli operatori culturali e la partecipazione del Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella in rappresentanza dell’Ente proprietario del bene dalle ore 18.00".

Sarà per gli architetti l’occasione per presentare l’avvio del processo partecipativo ‘Laboratorio S. Lorenzo’ per cui l’Ordine Architetti di Firenze, insieme all’Università DIDA ed alla rete dei Sant’Orsola Project ha presentato istanza all’Autorità garante per la partecipazione della Regione Toscana con l’intento di fornire un contributo per restituire alla Città l’uso di questo complesso, nel contesto della rigenerazione del quartiere.

Modererà l’incontro il giornalista de Il Corriere Fiorentino, Marzio Fatucchi.

Redazione Nove da Firenze