Il 31 ottobre Giornata nazionale del Trekking Urbano

Quest'anno è dedicata al tema “Ricordare e ripercorrere la nostra storia a cento anni dalla Grande Guerra”


SIENA - “Ricordare e ripercorrere la nostra storia a cento anni dalla Grande Guerra”: questo il tema dell’XI giornata nazionale del Trekking Urbano l’iniziativa che nasce a Siena undici anni fa e che il prossimo 31 ottobre, torna ad essere celebrata in 35 città.

In una conferenza stampa tenuta dall’assessore alle Politiche per il Turismo Sonia Pallai, alla presenza delle tre associazioni sindacali delle guide turistiche di Siena, delle associazioni e dei professionisti che danno vita al programma del trekking, è stato illustrato il ricco programma di eventi che la città del Palio dedicherà agli amanti del turismo lento e che proseguirà anche sabato 1 e domenica 2 novembre.

Protagonista sarà il volto più sconosciuto e misterioso della Siena di cento anni fa e, con il trekking urbano, sarà possibile andarlo a riscoprire. Inediti percorsi per aspiranti fotografi, viaggi nei luoghi della memoria, piatti poveri del tempo di guerra: un ricco calendario offrirà appuntamenti per grandi e piccini tra arte, storia, e cultura.

“Il Trekking Urbano – commenta l’assessore alle politiche per il turismo, Sonia Pallai – nato a Siena 11 anni fa, continua a crescere sia a livello locale che nazionale. Anche quest’anno sono 35 le città italiane che partecipano. Un successo che ha due ingredienti base: la calendarizzazione dell’appuntamento che ha facilitato la costruzione di una rete nazionale e, soprattutto, la collaborazione. Guide turistiche, associazioni di categoria e assessorato al turismo di Siena lavorano insieme con l’obiettivo di pianificare iniziative che facciano vivere la città in chiave esperienziale, in modo da permettere di conoscerla in modo lento e attento, fuori dai luoghi più noti e più scontati. Progetti come trekking urbano, ma anche come #SienaFrancigena o le Passeggiate d'autore che vanno ad incominciare adesso non sarebbero stati possibili senza la sinergia tra queste realtà cittadine”.

Venerdì 31 ottobre prendendo spunto dal centenario della Grande Guerra, il percorso si snoda tra i luoghi più significativi che hanno segnato la storia della città e della sua gente dal 1915 fino alla Liberazione di Siena, intrecciandosi con le storie delle donne e degli uomini che hanno combattuto, sofferto e sperato. Le partenze delle visite guidate, tutte assolutamente gratuite, sono previste da piazza del Campo alle ore 17.15, 17.30, 17.45 e 18. Inoltre, per favorire la massima partecipazione, la partenza delle ore 18.15 avrà un interprete LIS (la lingua dei segni) per non udenti, mentre la visita delle ore 17.15 sarà svolta anche in lingua inglese. Inoltre, nella giornata del 31 ottobre le Stanze della Memoria (presso la “Casermetta” in via Malavolti, 9) resteranno aperte al pubblico dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 15 alle 17 (per la visita obbligatoria la prenotazione allo 0577 271510, da lunedì 27 ottobre nella fascia oraria 10-12).

Sabato 1 novembre alle ore 10 appuntamento con "I bambini e il tempo che fu: gli anziani raccontano", una visita guidata durante la quale la Seconda Guerra Mondiale e la Liberazione saranno raccontate ai bambini dalla voce degli anziani che vissero quei giorni.

Sempre alle ore 10, si potranno scoprire i piatti "poveri" del tempo di guerra con The International Chef Academy of Tuscany, che propone una lezione di cucina attiva per imparare a preparare alcune delle pietanze portate in tavola durante gli anni del conflitto. Alle ore 14.30 “Viste dall’alto”, trekking fotografico a spasso per Siena, innovativa esperienza sensoriale in compagnia di una guida turistica e di un fotografo che darà preziosi consigli sui segreti “del mestiere”, mentre alle ore 15 è in programma la visita guidata per scoprire le opere d’arte conservate presso il Cimitero Monumentale della Misericordia. Alle ore 16 un nuovo appuntamento con il gusto: la Scuola di Cucina di Lella insegnerà a cucinare alcune delle pietanze che più comunemente venivano consumate nel Novecento. Alle ore 16.30 scarpe comode, macchina fotografica o telefonino in mano per “Siena al crepuscolo”, trekking fotografico per ammirare la città in un momento unico e alle ore 17 passeggiata sportiva con i "bastoncini" del Nordic Walking, per scoprire i luoghi di Siena legati alla memoria della guerra.

Domenica 2 novembre alle ore 9 #sienafrancigena, trekking sulla via Francigena nel cuore della città, con visita al Santa Maria della Scala e a seguire pranzo al sacco con “la bisaccia del pellegrino”, a base di prodotti senesi a filiera corta, presso l'Orto de' Pecci. Alle ore 10 torna un nuovo appuntamento con La Scuola di Cucina di Lella oppure, chi vorrà, potrà scoprire i luoghi di Siena legati alla memoria della guerra praticando il Nordic Walking. Alle ore 10.30 “Luce e controluce”, trekking fotografico in compagnia di una guida turistica e di un fotografo, mentre alle ore 11 parte "Donne e guerra, trekking della memoria al femminile" dedicato alle donne senesi che si sono distinte nel periodo della guerra. Nel pomeriggio alle ore 15.30 “Forme e colori: come comporre una scena”, il trekking su come costruire, realizzare uno scatto fotografico e alle ore 17 ultima occasione per imparare a cucinare alcune delle pietanze portate in tavola durante gli anni di guerra con The International Chef Academy of Tuscany.

Ogni appuntamento ha differenti modalità di prenotazione. E’ possibile scaricare il pdf del programma completo con tutte le informazioni dettagliate direttamente dal sito trekkingurbano.comune.siena.it.

Inoltre nel corso delle tre giornate sarà possibile assaggiare i “piatti del Trekking” preparati dai ristoranti aderenti all’iniziativa che sono stati selezionati da Confesercenti e Confcommercio. Inoltre, le due associazioni di categoria, omaggeranno tutti coloro che chiederanno il “piatto del Trekking” di una pubblicazione sui dolci tipici senesi. (L’elenco dei ristoranti indicati da Confesercenti e Confcommercio che aderiscono, i relativi menù e prezzi sono disponibili sul sito trekkingurbano.comune.siena.it).

Tra le novità di quest'anno è nato il “blogdeltrekkingurbano” che è collegato al sito internet ufficiale www.trekkingurbano.info e ai social già attivi, mentre dopo il successo dello scorso anno torna il challenge fotografico su Instagram: per partecipare basterà postare la foto di una delle passate edizioni o degli angoli più affascinanti delle città del trekking con l’hashtag #trekkingurbano o #trekkingurbano2014.

Tutti gli scatti saranno protagonisti di una “mostra virtuale” sul sito e i cinque che otterranno più “mi piace” su Instagram diventeranno il “volto” della prossima edizione, così come quelli del 2013 sono diventati parte del programma edito per la Giornata Nazionale del 31 ottobre 2014. Tra questi anche l’immagine di una senese, Amina Sabatini (@ami_saba) premiata da tanti like arrivati da tutta Italia.

Il Trekking Urbano è su Facebook: Trekking Urbano; su Twitter: @Trekking_Urbano e anche su Instagram e Pinterest.

Le città dell’XI Giornata Nazionale del Trekking Urbano.

L'evento che è organizzato dal Comune di Siena (capofila dell’iniziativa) vede per l’edizione 2014 la partecipazione dei comuni di: Ancona, Ascoli Piceno, Biella, Bologna, Cagliari, Catania, Cividale del Friuli (provincia di Udine), Comacchio (provincia di Ferrara), Comiso (provincia di Ragusa), Cosenza, Fermo, Forlì, Giulianova (provincia di Teramo), Macerata, Mantova, Napoli, Narni (provincia di Terni), Orani (provincia di Nuoro), Padova, Palermo, Palmanova (provincia di Udine) Pavia, Perugia, Piacenza, Pistoia, Ragusa, Rieti, Salerno, Spoleto, Terracina (provincia di Latina), Trento, Treviso, Urbino, Verbania (provincia di Verbano-Cusio-Ossola).

Redazione Nove da Firenze