I cani antidroga della Polizia Municipale in azione alle Cascine

Piper e Babacar ancora a segno, trovato quasi un etto e mezzo tra marijuana e hashish. Arrestato in flagrante a Poggibonsi giovane spacciatore. Operazione antidroga dei Carabinieri anche a Roccastrada


Circa un etto e mezzo di sostanze cannabinoidi. È quanto hanno scovato questa mattina al parco delle Cascine Piper e Babacar, i due cani antidroga della Polizia Municipale, assieme ai loro conduttori. Il ritrovamento è avvenuto più precisamente nel viale degli Olmi, nel tratto compreso tra viale Shelley e la Piramide. Grazie al fiuto dei due animali, sono stati rinvenuti, occultati interrati in vari punti, un fagotto di pellicola trasparente con ulteriori otto involucri di pellicola, dal peso di 61,83 grammi, contenenti marijuana e altri tre involucri dal peso di 84,28 grammi, risultati contenere hashish, già pronti per lo spaccio. La droga è stata sequestrata.

I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Poggibonsi, dopo aver raccolto interessanti elementi investigativi sul conto di un ventenne di colle di val d’elsa, emersi dagli accertamenti condotti a seguito di un sequestro di droga avvenuto nella scorsa estate a carico di altri due giovanissimi valdesani, hanno eseguito, alle prime luci dell’alba di giovedì scorso, una perquisizione domiciliare a carico del sospettato delegata dall’Autorita’ Giudiziaria. L’attivita’, condotta con l’ausilio del cane antidroga del nucleo cinofili carabinieri di Firenze, ha consentito di scovare a casa del ragazzo, ben nascosta, oltre un etto e mezzo di marijuana, parte della quale gia’ confezionata in apposite bustine con sopra indicato il peso e pronta per essere venduta sulle piazze di spaccio. E’ stato inoltre trovato tutto il materiale occorrente per la pesatura, il taglio ed il confezionamento, nonché una scatola con all’interno i soldi derivanti dall’attivita’ illecita intrapresa, circa 300.00 euro. Tale circostanza, sommata agli indizi emersi a carico del ragazzo, ha determinato il suo arresto in flagranza di reato e, dopo l’espletamento delle formalità di rito, questo e’ stato posto ai domiciliari presso la sua abitazione a disposizione della magistratura senese, alla quale dovra’ rispondere sulle accuse di detenzione di stupefacente ai fini spaccio.

Prosegue l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel Comune di Roccastrada da parte della locale Stazione Carabinieri, inaugurata recentemente, individuando un’attività di spaccio in un bar del capoluogo. Dopo aver notato dei movimenti anomali di soggetti tossicodipendenti, i militari decidevano di intervenire ritrovando all’interno dell’esercizio pubblico del materiale per il confezionamento. Tale risultato, su cui sono in corso approfondimenti sui canali di rifornimento e le modalità di consumo, si somma a quelli più recenti ottenuti dai Carabinieri sul territorio di Roccastrada che hanno portato al deferimento di tre cittadini italiani del luogo, il sequestro di 500 gr. di marijuana pronta per essere immessa sul mercato locale e di attrezzature utilizzate per il confezionamento. Risultati che attestano l’attenzione dell’Arma locale su un fenomeno presente sul territorio e che si insinua tra la popolazione giovanile attraverso diversi canali di diffusione delle sostanze vietate.

Redazione Nove da Firenze