Gli ingegneri: “Ponti e viadotti, subito i cantieri con procedure più veloci”

Il presidente dell'Ordine Fianchisti: “Occorre sveltire l'affidamento delle opere, sarebbe un bel segnale incentivare la partecipazione di giovani professionisti”. Ieri la Regione Toscana ha stanziato oltre 16 milioni di euro per la manutenzione


Firenze, 6 maggio 2020 - “Una buona notizia, ora dobbiamo provvedere velocemente alla manutenzione con procedure di affidamento degli incarichi più snelle e soprattutto rapide”, così il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Firenze, Giancarlo Fianchisti, ha commentato lo stanziamento da parte della Giunta regionale di 16 milioni di euro per la manutenzione di ponti e viadotti. I professionisti dell’Ordine hanno contribuito gratuitamente, con il solo rimborso spese, ad effettuare una valutazione e tracciare lo stato di salute delle infrastrutture toscane.

“Considerata la situazione emergenziale che caratterizza il Paese, far partire i cantieri il prima possibile potrebbe essere una buona occasione di rilancio”, aggiunge il presidente Fianchisti. “Questa - continua - potrebbe essere l’occasione per coinvolgere maggiormente i giovani professionisti, spesso esclusi dagli incarichi di affidamento per la mancanza di requisiti. Sarebbe un bel segnale, invece, incentivarne la partecipazione”.

Ieri, lo ricordiamo, la giunta toscana aveva stanziato 16 milioni e 305 mila euro per la manutenzione di 39 ponti che interessano strade regionali. Ventotto fanno parte del campione di 164 opere individuate come prioritarie (34 riguardano strade regionali) e dunque da ispezionare per prime, mentre le altre 11 sono strutture affidate ad enti gestori che hanno comunicato comunque a febbraio l’esito dei controlli effettuati e dei lavori di manutenzione necessari.

Redazione Nove da Firenze