Ristoratori Toscana, gli 'Inessenziali' lungo la via Francigena

Prosegue la protesta per le chiusure anti Covid. Oggi Monteriggioni, domani l'arrivo a Siena. Appuntamento a Roma il 13 novembre, con l'obiettivo di incontrare il premier Giuseppe Conte


Prosegue il Cammino degli Inessenziali alla volta di Roma. Stamani il centinaio di imprenditori partecipanti è partita da San Casciano Val di Pesa. Gli ncc li hanno portati a San Gimignano, da dove è partita la marcia per Monteriggioni, con arrivo previsto attorno alle 17. Totale del percorso, 26 chilometri. A Monteriggioni i Ristoratori Toscana incontreranno il sindaco del Comune, Andrea Frosini, al quale porteranno le loro richieste e spiegheranno i motivi dell'iniziativa. Domani mattina, attorno alle 8.30, il gruppo partirà alla volta di Siena, con arrivo nella città del Palio attorno alle 10.30. Appuntamento a Roma il 13 novembre, con l'obiettivo di incontrare il premier Giuseppe Conte. Per seguire gli aggiornamenti sui social, hashtag #contearriviamo.

“Noi crediamo in quello che stiamo facendo. Stiamo lottando per sensibilizzare le istituzioni e gli stessi commercianti, rassegnati alla situazione. Non dobbiamo rassegnarci. Provarci è necessario e doveroso. Il 13 novembre saremo a Roma e siamo determinati a farci ascoltare dal presidente del consiglio, Giuseppe Conte, per portare poi a casa un risultato per i ristoratori e per tutte le categorie colpite dalla crisi”, commenta il presidente di Ristoratori Toscana, Pasquale Naccari.

Redazione Nove da Firenze