Rubrica — Editoria Toscana

Giornalismo, il sindaco Nardella: “Firenze sia al centro di un nuovo umanesimo"

In Palazzo Vecchio alla cerimonia in vista dei 100 anni di Sergio Lepri, il primo cittadino annuncia la candidatura ad ospitare un appuntamento nazionale sulla corretta informazione


“Firenze ha nel sua dna l’umanesimo ed è da sempre luogo di pensiero denso e profondo. Oggi la città si candida ad ospitare un appuntamento che metta al centro un nuovo umanesimo e un nuovo giornalismo in cui contino rigore e sobrietà e che faccia riscoprire la vera informazione contro le fake news e l’eccessivo asservimento ai social media. Facciamo un appello al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ha insegnato nella nostra Università, affinché colga questo invito”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella intervenendo alla cerimonia in vista dei 100 anni di Sergio Lepri, giornalista, già direttore dell’Agenzia Ansa, che si è svolta a Palazzo Vecchio.

Erano presenti, tra gli altri, anche il direttore dell’Ansa Luigi Contu e il presidente Giulio Anselmi, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana Carlo Bartoli, la responsabile della sede dell’Ansa Toscana Paola Catani.

Il sindaco, nel ricordare la lunga e proficua carriera giornalistica di Lepri, gli ha donato la spilla col giglio di Firenze e lo ha invitato a partecipare come oratore alla cerimonia per ricordare la Liberazione il prossimo 25 aprile.

Redazione Nove da Firenze