L'Accademia ha il David di Michelangelo ed è un museo speciale. O no?

Il nuovo regolamento in fase di redazione a Roma potrebbe togliere dalla lista la Galleria fiorentina, il Castello di Miramare a Trieste e, a Roma, Villa Giulia e Appia Antica


(DIRE) Roma, 10 giu. - Appia antica e Villa Giulia a Roma, Castello di Miramare a Trieste e Galleria dell'Accademia a Firenze potrebbero perdere la loro autonomia di musei speciali.

È quanto emerge dal nuovo Regolamento organizzativo del ministero dei Beni e delle Attività culturali voluto dal ministro Alberto Bonisoli, al momento al vaglio del Mef e dunque non ancora definitivo.

Tra le novità contenute nel testo, che l'agenzia Dire ha potuto visionare, la riorganizzazione del Mibac modifica l'impianto dato dall'ex ministro Dario Franceschini proprio nella parte che riguarda i Musei, togliendo i quattro siti dalla lista degli istituti di rilevante interesse nazionale dotati di autonomia speciale. Il Parco archeologico dell'Appia antica, il Museo nazionale etrusco di Villa Giulia, il Museo storico e Parco del Castello di Miramare e la Galleria dell'Accademia (che contiene uno dei capolavori più noti al mondo, il David di Michelangelo) non figurano più nella lista degli uffici di livello dirigenziale non generale, che ora da 22 musei passa a 18.

Resta invariato, invece, l'elenco degli uffici di livello dirigenziale generale che contiene i 10 Musei più importanti d'Italia.

Redazione Nove da Firenze