Furto a Santa Maria Novella: borseggiatori intercettati a San Lorenzo

 Gli agenti li individuano mentre si spartiscono i soldi presenti nel portafogli


Una pattuglia del Reparto Antidegrado in borghese, in servizio in zona di piazza della Stazione per garantire la sicurezza di fiorentini e turisti, ha notato movimenti strani che poi hanno portato a scoprire e arrestare gli autori di un borseggio. Un agente ha visto in via dell’Amorino un uomo che arrivava da via S.Antonino seguito da un secondo uomo che si muoveva in maniera sospetta. L’agente ha infatti notato che il primo uomo camminava velocemente con le braccia incrociate, come per nascondere qualcosa. Quando si è accorto che era un portafoglio da donna, ha chiamato i colleghi che hanno visto che i due che si spartivano i soldi contenuti al suo interno. Hanno chiesto chiarimenti, ma i due uomini non hanno fornito una spiegazione convincente.

Visto che i due non avevano documenti sono stati accompagnati presso il Reparto per essere fotosegnalati: si tratta di un 25enne originario del Marocco e di un 38enne originario della Tunisia entrambi senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine. Tramite i vari documenti presenti nel portafoglio gli agenti sono risaliti alla proprietaria, una 66enne fiorentina, che ha sporto denuncia-querela per il furto del proprio borsellino, specificando che le era stato tolto dallo zaino che portava sulle spalle in piazza della Stazione.

Il portafoglio, che conteneva 65 euro, diverse carte di credito e documenti identificativi, è stato restituito alla proprietaria. I due invece sono stati arrestati e stamani sono stati processati con rito direttissimo. Il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere in attesa della prossima udienza fissata per il prossimo 8 maggio.

Redazione Nove da Firenze