​Firenzecard: i risultati sul gradimento della card di Firenze

I turisti la comprano per visitare i musei senza prenotazione e senza costi aggiuntivi


Presentati i risultati dell’indagine sul gradimento del pass museale ufficiale della città di Firenze effettuata dall’ufficio comunale di Statistica e da Linea Comune su 1.962 utenti (462 italiani e 1.500 stranieri) che tra novembre 2016 e ottobre 2017 hanno acquistato online la FirenzeCard.

I risultati del sondaggio hanno messo in evidenza che 9 acquirenti su 10 della FirenzeCard l’hanno comprata “per usufruire dell’ingresso prioritario senza bisogno di prenotazione anticipata” (92,8%). Elevate anche le percentuali legate alla “visita dei principali musei” (77,3% dei rispondenti), mentre circa un turista su due ha dichiarato “perché permette di visitare tutti i musei e le mostre senza costi aggiuntivi” (56,3%). Pari all’11,1% la quota di chi ha selezionato il “poter far entrare i figli gratuitamente nei musei”.
Quasi la totalità dei partecipanti ha ritenuto utile l’acquisto della FirenzeCard (80% “molto utile”, il 17,7% “abbastanza”) e quasi il 95% ne ha ritenuto “molto” o “abbastanza” facile l’utilizzo (rispettivamente il 59,7% e 35%). Si conferma elevata anche la quota, pari a quasi il 95%, di chi consiglierebbe ad altri l’acquisto della carta. Il 26,6% degli intervistati ha acquistato anche la Firenzecard+. L’analisi dei servizi a pagamento dei musei ha mostrato che il 48,7% dei visitatori ha dichiarato di aver usufruito del “Bookshop” ed è stato valutato “molto utile” dal 54% degli utilizzatori. Il 48,1% ha usufruito della “Audioguida/guida multimediale” risultando pari al 50,5% coloro che si sono ritenuti “molto soddisfatti”.

Il servizio maggiormente apprezzato, con un riscontro positivo pari al 71,8%, è stato la “Visita guidata” scelta dall’11,2% dei rispondenti. Solo l’1,6% ha dichiarato di aver usufruito dei “laboratori/servizi dedicati ai bambini” ritenuti in modo molto positivo dal 58,1% degli utilizzatori. Il 58% dei rispondenti al questionario ha dichiarato di essere venuto a Firenze per la prima volta, in vista del futuro il 78,9% ha affermato che tornerà a visitare la città. Dall’analisi generale dei dati è risultato che i rispondenti dichiarano di trattenersi a Firenze per 4/5 giorni (48,9%), prevalentemente in compagnia del partner/coniuge (67,4%), pernottano nel capoluogo (circa il 90%) e prediligono gli spostamenti a piedi (86,9%).

“I risultati di questa indagine sul gradimento della Firenze Card sono molto importanti perché significano che la strada intrapresa è quella giusta” commenta Tommaso Sacchi capo della segreteria Cultura di Palazzo Vecchio. “Forti delle 121.758 tessere FirenzeCard vendute nel 2017, abbiamo lavorato e stiamo lavorando per rendere l’acquisto della carta sempre più facile e più veloce. Oltre alla vendita presso le biglietterie museali e gli uffici turistici e a quello tramite sito web oggetto di questa analisi statistica, abbiamo anche realizzato la ‘Firenzecard app’, un’applicazione virtuale che può essere utilizzata come valida alternativa al ritiro della tessera ‘fisica’ Firenzecard. Una applicazione che ha avuto in soli 2 mesi un vero e proprio boom ed ha generato 5.339 card virtuali. Proseguiremo nella strada di rendere sempre più agevole l’uso di questa carta, che continua ad essere molto gradita dai turisti”. (sp)

L’indagine completa può essere consultata qui http://tiny.cc/rfr5vy

Redazione Nove da Firenze