Caffè storici aperti al 50%, messe le luci di Natale in via Tornabuoni

Oggi 11 novembre viaggio nel centro di Firenze nel primo giorno di zona "arancione". Solo 4 su 41 banchi aperti al Porcellino. In giro prevale la sfiducia ma la città non si arrende


Rivoire aperto, Robiglio aperto, Scudieri aperto. Paskowski chiuso, Gilli chiuso, Perseo chiuso, Coronas chiuso, bar del Chiosco degli Sportivi chiuso, bar della libreria Feltrinelli aperto. Chi è aperto, lo è naturalmente da asporto.

11 novembre 2020: in questo primo giorno "arancione" da un rapido giro in centro a Firenze si deduce che tanti locali a queste condizioni preferiscono almeno per il momento non aprire. La modalità "da asporto" non è ritenuta capace di coprire le spese. 

Qualcuno a passeggio c'è. Vari negozi di abbigliamento sono aperti e qualcuno entra ma fa impressione vedere la Loggia del Porcellino: solo 4 dei 41 banchi sono aperti, per il resto solo vuoto. Chi vive quasi esclusivamente di turismo ha vita durissima.

In questo scenario chiascuro (più scuro che chiaro) la sorpresa viene da via Tornabuoni: sono state già apposte le luci di Natale, una cosa che profuma di ottimismo in questo momento di piena epidemia da Coronavirus. 

Antonio Patruno