Rubrica — Fiorentina

Fiorentina: le emozioni di un pari all'ultimo minuto

Partita mediocre riscattata solo in parte dalla rimonta viola. Il primo tempo dominato dal Sassuolo si conclude in parità. Nella ripresa gli emiliani vanno in vantaggio. I Viola sotto di due goal hanno la forza di reagire e trovano il pari con Mirallas all'ultimo minuto. I tifosi contestano società e squadra


Le emozioni di questa ennesima gara mediocre arrivano solo dal pareggio all'ultimo minuto. Per il resto la partita è stata una delle peggiori della stagione. Una squadra lenta e se possibile ancora più involuta delle gare precedenti. Un centrocampo incapace di costruire gioco, una difesa con qualche incertezza, un attacco per larga parte della gara inconcludente.

Eppure la partita sembrava essere cominciata sotto i migliori auspici quando al secondo minuto un colpo di testa in area di Pjaca è finito di poco sul fondo. Ma quello che sembrava un inizio dinamico dei Viola si trasforma in un gioco dominato essenzialmente dagli emiliani. Al decimo un ottimo spento di Berardi è fermato in extremis dai difensori viola. La Fiorentina non riesce a costruire gioco. Pioli lascia in panchina Chiesa e Simeone, schiera in attacco Piaja e Vlahovic.Ed è Vlahovic che al 16' serve un pallone invitante per Benassi che tira sull'esterno della rete. Al 23' Lafont salva su una bella punizione di Sensi. Il Sassuolo domina, anche se le uniche iniziative pericolose sono quelle di Berardi che spesso dopo le sue discese palla al piede è fermato al momento del tiro. Non sono molti i tiri in porta degli emiliani, mentre i Viola si fanno notare, nell'unica azione pericolosa per un non tiro di Gerson che non riesce a deviare da buona posizione. La migliore occasione del Sassuolo arriva sul finire del tempo quando Burabia, servito da Duncan, conclude male di destro.

Dopo un primo tempo caratterizzato dall’incapacità offensiva dei Violai, Pioli torna, per così, dire all'antico e mette in campo Chiesa al posto di un deludente Pjaca. Poi toglie Vlahovic e schiera Simeone. Il cambio dovrebbe dare una scossa ai Viola, ma è il Sassuolo a dominare il gioco e al \14' Pezzella è bravo a intervenire su Babacar lanciato a rete. Due minuti dopo un errore di Consigli regala un pallone a Benassi, ma il tiro è deviato in angolo. Non trascorre un minuto e il Sassuolo trova il vantaggio con un tiro di Duncan che approfitta di una goffa respinta di Lafont. La Fiorentina è in crisi, cincischia a centrocampo. Riparte il Sassuolo sulla sinistra: Duncan serve Babacar che segna agevolmente. La partita sembra chiusa ma al 24' arriva il goal viola, grazie a Simeone che mette dentro un tiro di Edimilson respinto dal palo. La Fiorentina ci crede, è più determinata. Al 31' Benassi ha una buona occasione dal limite dell'area, ma il tiro finisce sopra la traversa. Pioli, per dare maggior peso in avanti toglie un mediocre Gerson e schiera Mirallas. Ma nel momento di maggior pressione viola arriva il terzo goal emiliano con Sensi che da fuori sorprende un Lafont poco reattivo. La Fiorentina sembra sprofondare nell'abisso di una brutta sconfitta, ma nel finale succede il miracolo. Prima arriva in mischia il goal di Benassi, poi nell'ultimo minuto del lunghissimo recupero Mirallas mette in rete dopo una bella discesa di Pezzella.

Il pareggio all'ultimo minuto è una bella emozione, il colpo di scena di una gara che la Fiorentina ha meritato di pareggiare, forse per la grinta ma non per il gioco mediocre che ha mostrato per larga parte dell'incontro. La gara si conclude, mentre i numerosi tifosi viola sugli spalti contestano società e squadra.

Nel dopo gara Il tecnico della Fiorentina Stefano Pioli ha dichiarato a DAZN: “La squadra non è libera e per questo non abbiamo rischiato delle giocate, però abbiamo messo in campo grande carattere e il risultato è parzialmente positivo. Sono arrivati segnali molto importanti su cui costruire prestazioni migliori.

La reazione è stata di una squadra che non voleva perdere e che ha reagito in una situazione negativa. Simeone? Nel calcio basta poco per passare da un momento negativo a uno positivo. Dico anche che dal punto di vista difensivo abbiamo preso sei gol in due partite. Ci sono situazioni da sistemare“.

Sassuolo-Fiorentina 3-3

SASSUOLO (3-4-3): Consigli; Marlon, Rogerio, Ferrari; Lirola, Duncan, Sensi, Bourabia (33' st Magnanelli); Berardi, Babacar (37' st Matri), Di Francesco (28' st Djuricic). Allenatore: De Zerbi

FIORENTINA (4-3-3): Lafont, Laurini, Pezzella, Milenkovic, Biraghi; Benassi, Veretout, Edimilson Fernandes; Gerson (31' st Mirallas), Vlahovic (10' st Simeone), Pjaca (1' st Chiesa). Allenatore: Pioli

Arbitro: Chiffi di Padova

Reti: 17' st Duncan, 22' st Babacar, 24' st Simeone, 35' st Sensi, 44' st Benassi, 52' st Mirallas.

Note: espulsi Djuricic e Milenkovic; ammoniti Edimilson Fernandes, Milenkovic, Sensi, Benassi, Djuricic, Matri.

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it