Ferrovie, si sblocca il progetto del raddoppio Empoli-Granaiolo

Via libera dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici al mega investimento da 167 milioni di euro. Salto di qualità nel trasporto ferroviario sulla tratta Empoli-Siena.


CASTELFIORENTINO, 17 NOVEMBRE 2020 – Via libera del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici al mega-investimento da 167 milioni di euro che porterà a un salto di qualità nel trasporto ferroviario sulla tratta Empoli-Siena.
Lo ha reso noto oggi pomeriggio il Presidente dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa, Alessio Falorni, che ha presenziato in modalità telematica alla sessione di Sezioni Riunite (1° e 3°) del Consiglio Superiore, al termine del quale ha espresso un parere favorevole al progetto definitivo del raddoppio della linea Empoli-Granaiolo.
Un investimento che interessa, in modo particolare i cittadini pendolari (lavoratori, studenti) ma anche i turisti, in quanto consentirà di raddoppiare la frequenza dei metropolitani della Valdelsa fino a Poggibonsi, passando da un treno ogni ora a uno ogni mezz’ora. Contestualmente, la doppia linea permetterà di migliorare la puntualità dei treni veloci Firenze-Siena, e di rendere più rapidi tutti i collegamenti.

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha accompagnato il parere favorevole con alcune prescrizioni di cui sarà tenuto conto nella gara di appalto relativa.

“Si tratta di una svolta importante – ha osservato il Presidente dell’Unione dei Comuni, Alessio Falorni – che unitamente alla conclusione dei lavori sulla nuova 429 e a quelli da realizzare sulla 436 potrà trasformarsi in una formidabile opportunità di rilancio per l’Empolese-Valdelsa. Un servizio ferroviario più rapido, moderno ed efficiente è ciò che i cittadini ci chiedono da tempo, ma è anche una preziosa carta da giocare per incrementare il turismo nella nostra area, unitamente ad altri importanti settori che fanno parte del nostro tessuto economico e produttivo. La realizzazione di opere infrastrutturali richiede purtroppo in Italia tempi biblici. Per questo noi amministratori cerchiamo di seguirli con energia e impegno costante, affinché si possa cogliere nel minor tempo possibile l’obiettivo che ci siamo posti. Quello di oggi è davvero un risultato importante, specie in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, che ci stimola ancor di più a lavorare con il massimo impegno per portare a conclusione questa piccola rivoluzione nel trasporto ferroviario sulla Empoli-Siena”.

"L'opera insiste tutta sul territorio del Comune di Empoli – sottolinea il Sindaco di Empoli, Brenda Barnini - ed ha un impatto considerevole che dovrà trovare tutte le soluzioni di mitigazione, di viabilità e di riorganizzazione della mobilità a contorno in fase di progettazione definitiva ed esecutiva. Un grande risultato per l'Empolese Valdelsa e la Toscana che mette ancora di più Empoli e il nostro snodo ferroviario al centro di tutte le direttrice regionali più importanti"

“Sapere che il progetto di raddoppio Empoli-Granaiolo entra da oggi nella fase operativa – osserva l’on. Laura Cantini - è una gran bella notizia per l’Empolese Valdelsa. E’ il coronamento di un impegno che mi vede impegnata da dieci anni nel settore strategico delle infrastrutture, prima in Provincia e in seguito nelle Commissioni Trasporti di Senato e Camera. Credo sia giusto ricordare che è stato grazie ai governi a guida PD che siamo riusciti a finanziare i lavori portando nella nostra area così tante risorse, che oltre alla ferrovia serviranno ad aiutare il territorio a ripartire dopo la crisi che stiamo attraversando per il covid 19”.

“Un’ottima notizia per tutto il nostro territorio – sottolinea l’on. Luca Lotti – attesa da troppo tempo. Un finanziamento che viene da lontano, per un progetto che presentammo quattro anni fa, e che ora vede finalmente la concreta possibilità di essere realizzato, grazie al lavoro di squadra portato avanti dai Sindaci dell’Empolese Valdelsa e dai parlamentari in tutte le sedi istituzionali. Un risultato davvero importante per i cittadini della nostra area”.

Redazione Nove da Firenze