Rubrica — Pugilato

Fabio Turchi ancora Campione, ancora per KO - sconfitte per Scarpa e Boschiero

Fotografie di Monica Caleffi copyright ©

Il Fiorentino batte Conquest e rimane Campione Internazionale silver pesi cruiser WBC - successo di pubblico per una serata di Grande Boxe


Si alza il livello degli avversari ma Fabio Turchi continua a vincere ancora prima del limite. Conquest si dimostra pugile di buon livello, ma deve arrendersi alla potenza dei colpi dello Stonecrusher Fiorentino, che alla settima ripresa chiude l'incontro con un devastante gancio sinistro alla mascella.

Il match: Fabio inizia con cautela ed accortezza, ma già nel corso delle prime riprese trova il bersaglio. In particolare il fiorentino va a segno con il gancio destro e sinistro. Conquest riesce ad incassare i colpi e legando alla corta distanza limita i danni, non consentetendo a  Fabio  continuità alla  sua azione.

Nel corso della terza ripresa Fabio forza il ritmo, i suoi colpi arrivano al bersaglio grosso ed anche il montante destro al volto si fa largo nella guardia di  Conquest. L'inglese cerca di replicare con il destro lungo, ma il colpo non è mai pericoloso.

Al 5° round Fabio trova una combinazione destro dritto, gancio sinistro, Conquest accusa, le ginocchia si piegano, ma l'inglese riesce a reggere l'urto.

Dopo una sesta ripresa condotta da Fabio, l'epilogo arriva alla settima. Il gancio sinistro di Stonecrusher non dà scampo all'avversario che non riesce ad alzarsi prima del conteggio dell'arbitro.

La vittoria con Conquest è la 16esima su altrettanti incontri per Fabio Turchi che, per usare le sue parole, passa a pieni voti l'esame, rappresentato da Conquest e dall'opportunità che gli era stata fornita dall'accordo fra la Matchroom e l'Opi since 82. Ora il fiorentino può festeggiare con i tanti tifosi e pensare al prossimo match, organizzato dal sodalizio italo inglese.

Andrea Scarpa perde il match contro l'inglese Joe Hughes, incontro valido per il campionato europeo dei pesi superleggeri. Scarpa non riesce ad approfittare del vantaggio in altezza ed in allungo, per Hughes è facile accorciare la distanza   e piazzare il gancio sinistro, colpo che presto segna il volto dell'italiano.

Ben oltre la metà del match Scarpa inzia a lavorare bene con il montante sinistro alla figura, il colpo arriva al bersaglio e frena per un po' le azioni dell'inglese. Hughes però si rifà sotto nelle riprese finali, andando a segno anche con il sinistro in avanzamento.

Scarpa finisce per perdere ai punti per decisione non unanime, in quanto un giudice su tre gli assegna la vittoria.

Nell'altro match “titolato” della serata, Devis Boschiero contendeva all'inglese Ward il vacante Campionato Internazionale silver pesi superpiuma WBC. Match di grande spessore, sia tecnico che agonistico, combattuto sul filo dell'equilibrio per tutte le 12 riprese. Al termine dell'incontro il primo giudice assegnava un improbabile 117 a 111 a Ward, il secondo aveva un 115 a 114 per Boschiero, così che il 115 a 114 per Ward del cartellino del terzo giudice, consegnava la vittoria nella mani dell'inglese. Da dire che il pareggio sarebbe stato probabilmente il risultato più giusto ed un re - match fra i due avrebbe garantito grande spettacolo, decretando un vincitore in maniera più netta.

Nel corso del match Boschiero ha dato fondo, nonostante i suoi 37 anni a dispetto dei 27 di Ward, a tutte le sue doti di grande guerriero, pressando l'avversario alla corta distanza e piazzando ottimi colpi. L'inglese dal canto suo è stato bravo a non farsi travolgere dall'irruenza di Boschiero, mettendo colpi precisi ed efficaci. Da sottolineare che il pubblico dell'Hobyhall ha seguito con grande interesse il match, incitando Boschiero per tutto il corso del suo svolgimento. Amaro l'epilogo per l'italiano che non riesce a trattenere le lacrime, cosciente di avere perso, con il match, anche un'importante occasione di rilanciare la sua carriera a livello internazionale.

Nei 4 match che precedevano gli incontri “titolati”, lo scozzese John Docherty batteva per getto della spugna Castillo alla seconda ripresa, Vittorie ai punti per Tommasone su Martinez, Natalizi su Agular e Fiodigiglio su Radnic.

.

Pugilato — rubrica a cura di Massimo Capitani

Massimo Capitani

Massimo Capitani — Massimo Capitani, Fiorentino. Da ragazzo pratica molti sport, fra cui il pugilato. Nel mondo della Boxe rientra, molti anni dopo, come inviato di Nove da Firenze

E-mail: boxe@nove.firenze.it