Empoli: morto Sauro Cappelli, Pd in lutto

Mazzantini: "Ci ha insegnato la politica buona"


“E’ veramente difficile trovare le parole. La morte di Sauro Cappelli ci lascia sgomenti. Sappiamo che con noi rimarrà per sempre il rimbombo del suo vocione autorevole, ma la consapevolezza di non vederlo più tra noi, con il suo incedere distinto ed il gesticolare da oratore navigato, ci fa solo piangere.

Sauro è stato colui che ci ha insegnato la politica buona.

Per anni amministratore di questa città, che amava sopra ogni cosa, e animatore di iniziative sulla Memoria che ha consegnato a migliaia di studenti, ha vissuto una vita, come era solito dire, scandita da un “gambino” che mutava la vocale conclusiva di una parola, il “partito”, la “partita”, ossia la politica e lo stadio, lo sport di cui si era occupato da assessore e che gli era rimasto dentro poi in seguito. Ci lascia, tra i moltissimi, un insegnamento primario: “Non lo dimenticate il male, può tornare. Ma se voi saprete riconoscerlo non vincerà”.

Grazie Sauro, non ti dimenticheremo e oggi piangiamo perché siamo più soli”.

Questo il ricordo di Sauro Cappelli del segretario Pd Empolese Valdelsa Jacopo Mazzantini, che a nome di tutto il partito invia le condoglianze alla famiglia.

La federazione di via Fabiani ha esposto le bandiere a lutto.

Redazione Nove da Firenze