Rubrica — Editoria Toscana

Ecco le foto della festa di QuaViO: libro già in libreria

La presidente QuaViO Vanna Galli con l'assessore Appolloni

Per l'organizzazione di volontariato, esperti, letture teatrali, testimonianze e il Siena calcio. Libro già disponibile presso la "Libreria Senese"


"Da soli non si va da nessuna parte. Da soli non si cresce. Nella relazione di aiuto ci si avvicina al dolore con la verità, con un sorriso e con il silenzio". Ecco un pensiero tratto dal libro di QuaVio (Qualità della Vita in Oncologia) che ha celebrato, con la presentazione della propria pubblicazione, 30 anni di impegno nelle cure palliative quali trincea più avanzata della medicina che non guarisce ma cura. 

La realtà della presidente Vanna Galli ha abbracciato tutto il calore della città del Palio in circa 2 ore, trasmesse in diretta su Siena TV e in streaming (riprese di Renato Tascio), intense, vibranti, emozionanti: uniche.

Professionisti, esperti e amici dell’organizzazione di volontariato senese, si sono alternati per portare il loro saluto e per testimoniare una vicinanza di intenti che ha fatto dire alla stessa Galli: "avevo sognato un momento come questo. Il pensiero va a Lucie grande amica scomparsa che ci regala, all'interno di ciò che leggerete, tratti di rara umanità".

Sullo sfondo il libro. 142 pagine che raccontano 30 anni di solidarietà: le storie dei volontari, le lettere di ringraziamento delle famiglie che hanno vissuto il dolore di una perdita, le prospettive del volontariato, il futuro di chi vorrà sempre stare dalla parte dei malati: di quelli che vivono l'ultimo tratto della propria vita e la devono vivere con dignità fino alla fine. 142 pagine già disponibili presso la "Libreria Senese" via di Città 62/66 (si potranno ottenere con offerta libera che sarà interamente devoluta alla QuaViO) oppure ottenibili scrivendo a quavio@quavio.it o ancora ritirabili presso la sede della odv senese (viale Don Giovanni Minzoni, 43,Tel. 0577 219049 Cell. 347 5412105).

Ma torniamo alla serata di ieri. L’assessore Francesca Appolloni (Comune di Siena - Assessore alla sanità, servizi sociali e politiche della casa) ha  portato i saluti dell'amministrazione e ha raccontato i contenuti della lettera da lei rivolta ai volontari. Antonia Loiacono - Azienda USL Toscana sud est - Responsabile Unità Funzionale Cure Palliative ambito senese ha sottolineato l'importanza della collaborazione, imprescindibile, con il servizio pubblico. 

Matteo Borsi, direttore di Radio Siena TV, ha sottolineato, la significatività del momento ribadendo la disponibilità della sua emittente a dare visibilità a tutte le iniziative in favore di chi fa del bene.

In collegamento da Trieste, il sorriso della protagonista del film “Al Dio Ignoto”, Laura Pellicciari, ha accompagnato l'avanzare della serata soffermandosi sull’idea che ha portato all’utilizzo, nel libro, di alcune foto del film.

Suggestiva la testimonianza diretta di Beatrice Covassi che ha vissuto, purtroppo solo da lontano e a causa dell'emergenza sanitaria, la perdita di entrambi i genitori.

Il dottor Luciano Orsi, Direttore Scientifico della Rivista Italiana di cure palliative, ha evidenziato l'importanza della nuova scuola di specializzazione in medicina e cure palliative.

A seguire, un momento commovente: due attrici della compagnia teatrale “La Sveglia”, Chiara Bratto e Silvia Olmastroni (direttrice della compagnia), hanno interpretato due pagine del libro. Regia di Mario Ghisalberti (direttore artistico) con introduzione di Alvise Vasconetto.

A sorpresa, la visita dell'Acn Siena a sottolineare il fatto che anche lo sport sa essere portatore di valori propri della solidarietà:  presenti il direttore sportivo Andrea Grammatica (psicologo formatore che ha parlato della propria esperienza di volontario) e il responsabile della comunicazione Giacomo Muzzi.

Marco Brogi, componente del consiglio direttivo di QuaViO, si è concentrato sulle prospettive future mentre Massimo Vita, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – presidente sezione di Siena- ha spiegato perché la sua realtà ha voluto fortemente che il libro divenisse anche un audiolibro.

Il responsabile editoriale di Joyprint, Giuseppe Uggenti, ha rimarcato la forte volontà dell'azienda di risultare editore del libro: "abbiamo creduto fin da subito nel progetto. Speriamo che questa sia solo l'inizio di una bella collaborazione".

Conclusioni affidate al prof. Paolo Giovanni Monformoso antropologo, giornalista, counselor e formatore QuaViO che ha stupito la platea con un intervento "condito" da rappresentazioni grafiche.

L’evento, nel rispetto delle norme anti Covid sul distanziamento interpersonale e il divieto di assembramento, è stato trasmesso dal “Monasterino della Conoscenza” che, dopo un lungo periodo di inattività e grazie al recente intervento di recupero conservativo, è ritornato all’antica bellezza. A spiegarne la missione è stata Chiara Iacomelli, responsabile della gestione e preziosa collaboratrice di QuaViO in tutto l'evento: "la sua missione, oggi, è rendere fruibile, a titolo gratuito, l’intera struttura per progetti educativi".

Nelle foto, di Martina Frullanti, momenti della serata di venerdì.

Per saperne di più www.quavio.org

Editoria Toscana — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro — Pugliese di origine e senese di adozione è giornalista pubblicista, operatore dell'informazione nel pubblico impiego e scrittore. Potete scrivergli a tonio.saponaro@virgilio.it

E-mail: tonio.saponaro@virgilio.it