Easter parties all'Auditorium Flog

Balkan Tir

Sul palco venerdì 19 i Balkan Tir, sabato 20 aprile i Floyd Academy


Venerdì 19 Aprile l'irresistibile Balkan Beat dei Baro Drom Orkestar e Ragazzi Scimmia e a seguire il funambolico GimmiGiamma Dj Show. 

Prima di tutto Balkan Tir è un lungo automezzo carico di musicisti indiavolati, amanti delle ritmiche d'Est Europa e bisognosi incendiare sale da concerto istigando ogni genere di pubblico alle danze. Un clamoroso camion danzante, uno sfondadogane musicali guidato sportivamente da elementi accuratamente selezionati dentro a due nòte band toscane già promisque da anni. Trattasi dei Ragazzi Scimmia e della Baro Drom Orkestar. I primi nella loro sapiente ricercata miscela di generi musicali hanno fin dai primi tempi (2008) messo in prima linea la loro passione per le musiche di stampo balkano, specializzandosi in brani cantati e super ballabili ispirati a Goran Bregovic, la No Smoking Orkestra di Emir Kusturica, Boban e Marko Markovic, la Kocani Orkestar, la Fanfara Ciocarlia e così via. Il power quartet della Baro Drom Orkestar con le loro czardas ungheresi, le hora rumene, passando attraverso le tradizioni greca ed armena fino a toccare il klezmer e la musica mediorientale hanno sempre teso ad identificare un possibile suono globale dell’Est Europa, riuscendoci molto bene e diventando in breve tempo un punto di riferimento per la world music italiana.

A seguire, da Bologna, il GimmiGiamma Dj Show. Non solo un dj set. Districandosi in una giungla di ritmi caraibici e sudamericani, muovendosi con maestria tra un mambo e una cumbia, tra il balkan e lo swing, arricchendo il tutto con una base funk e tanta elettronica, GimmiGiamma mette in piedi un vero e proprio spettacolo per i palati più vogliosi di festa e buena onda.

Sabato 20 Aprile Pink Floyd Easter Party con Floyd Academy, segue RockDance con Dr. Lorenz DjUna Pasqua psichedelica con le musiche dei Pink Floyd. Il progetto farà rivivere le emozioni e l’energia dei concerti dei Pink Floyd, restituendone le stesse emozioni e le stesse sonorità Rock; questo è possibile grazie alla tecnica dei singoli artisti, ma anche grazie all’utilizzo degli stessi strumenti musicali utilizzati dai Pink Floyd durante i fortunati concerti del periodo 1988/1994. La loro volontà di esprimere l’anima live dei Floyd, con il loro sound rock, passionale e travolgente distingue i Floys Academy dalle centinaia di band che viceversa mirano a riprodurre quasi fedelmente la produzione in studio dei Floyd.

Ingresso € 7 / 5 ridotto.

Redazione Nove da Firenze