Droga, lavoro nero, riciclaggio: vasta operazione a Prato

Dalle prime ore dell’alba in corso l'operazione "Financial Economic Control"


Riciclaggio, lavoro nero, immigrazione clandestina, contraffazione, spaccio di sostanze stupefacenti sono i settori di intervento che la Guardia di Finanza pratese, dalle prime ore dell’alba di oggi, 18 aprile, sta dando esecuzione all’operazione "Financial Economic Control", dispiegando sul campo, nel distretto tessile e nel centro cittadino della Provincia Pratese, un ingente dispositivo operativo integrato da diverse unità cinofile antidroga e “cash dog”, queste ultime in esclusiva dotazione del Corpo, addestrate a riconoscere le tracce di banconote occultate nei doppifondi, nei veicoli, nei bagagli ovvero trasportate illecitamente nei modi più ingegnosi.

L’operazione “Financial Economic Control”, coordinata dal Comando Provinciale delle fiamme gialle pratesi, si pone a base di una coordinata e sinergica strategia operativa recante lo scopo di intensificare, nell’ambito del controllo economico-finanziario del territorio, il contrasto a quei fenomeni di illegalità diffusa nell’esercizio di molte attività imprenditoriali, prevalentemente a conduzione straniera, con reiterate e talvolta sistematiche violazioni delle varie normative di settore.

In particolare, le attività si stanno disarticolando in mirati controlli nei comparti operativi della normativa antiriciclaggio, dei flussi finanziari e patrimoniali, del regolare soggiorno di cittadini extracomunitari sul territorio nazionale, della normativa sul lavoro, della fiscalità in generale nonché della regolarità contributiva. Inoltre, di fatto, il dispositivo dispiegato volge a valorizzare l’attività info-investigativa eseguita sul territorio agendo sull'intera filiera produttiva che va dai presidi industriali fino ai connessi flussi finanziari.

L’attività in rassegna si prefigge lo scopo, sempre più richiesto e necessario, del recupero dei fondanti ed auspicati valori di legalità, aumentando, nel contempo, il senso di sicurezza percepita dal cittadino e la vicinanza allo stesso delle istituzioni. I dettagli dei risultati ottenuti, come di consueto, saranno divulgati al termine delle operazioni, che potrebbero richiedere l’operatività dei militari per più giorni.

Redazione Nove da Firenze