Droga da Barcellona a Pisa: all'Aeroporto sorpresa con ovuli in pancia

Una insospettabile signora di sessant’anni, in arrivo da Barcellona


Nel corso dei normali controlli svolti sui passeggeri in arrivo nell’aeroporto pisano “G. Galilei”, le attenzioni dei militari della Guardia di Finanza si sono concentrate su una insospettabile signora di sessant’anni, di origine dominicana, ma con volo proveniente da Barcellona, che appariva eccessivamente nervosa per le domande di routine rivoltele dai finanzieri sui motivi del suo viaggio nel nostro Paese.
Da questo atteggiamento, il sospetto dei militari, che hanno deciso di accompagnarla presso il locale nosocomio di Cisanello, dove, a seguito di esami radiologici, veniva riscontrata la presenza di numerosi corpi estranei all’interno dell’addome.

Il conseguente trattamento sanitario ha consentito di recuperare 48 ovuli di cocaina purissima, per un peso complessivo di oltre 600 grammi. Sono ora in corso le indagini per appurare il luogo di destinazione finale dello stupefacente. I recenti sequestri e gli elementi raccolti fanno ritenere, tuttavia, che la cocaina fosse destinata al mercato locale. Dall’inizio dell’anno, infatti, gli uomini del Comando Provinciale di Pisa hanno sequestrato quasi tre kilogrammi tra marjuana, eroina, cocaina e Hashish, denunciato 11 responsabili e segnalato 45 soggetti alla Prefettura competente per uso personale di sostanze stupefacenti.

Redazione Nove da Firenze