Rubrica — Spettacolo

Domenica torna il carnevale

Novoli si tingerà dei colori del mondo per una festa all’insegna della pace. A Castelfiorentino sfilata di personaggi fantastici nelle vie e piazze del centro storico. A Marina di Pisa parata di maschere, paracadutisti in piazza Gorgona e fuochi d’artificio


San Donato a passo di samba, e non solo. Torna più in forma che mai il Carnevale multiculturale di San Donato, a Novoli. Domenica 16 febbraio grande corteo (partenza della sfilata alle 14,30, in via delle Pandette, al Polo universitario) con protagoniste le comunità da sei anni al centro dell’evento, organizzato dall’associazione Piazza San Donato in collaborazione con Immobiliare Novoli e Quartiere 5. Quattordici i paesi coinvolti: dall'Ucraina al Camerun, dal Marocco al Giappone, passando per la Georgia e lo Sri Lanka, con la presenza immancabile di tutta l'America Latina. Ecco che tra balli, musiche e sorrisi da ogni parte del mondo, il colorato corteo raggiungerà poi la piazza del centro polifunzionale, dove dalle 16 prenderà vita la consueta rappresentazione folkloristica dei gruppi partecipanti. Un carnevale di pace, dunque, di speranza e di integrazione. Come ogni anno, la piazza del centro sarà avvolta dai colori arcobaleno della bandiera della pace. In caso di pioggia, il concentramento del corteo sarà in via Rastrelli.

Albus Silente, la professoressa McGranit, Harry Potter, Ron, Hermione vi aspettano per unirvi all’Ordine della Fenice, sconfiggere Lord Voldemort e la sua schiera di aiutanti. Domenica 16 febbraio esplode il Carnevale a Castelfiorentino con “Harry Potter. La battaglia finale”, secondo capitolo della saga andata in scena lo scorso anno, che vedrà personaggi fantastici, maghi e “babbani” catapultati tra alchimie, pozioni e mistero. Per chi si fosse perso qualcosa o magari desidera rinfrescarsi la memoria, niente paura: l’appuntamento è per tutti in Piazza Gramsci alle ore 15.00, dove andranno in scena alcune piccole “storie” che aiuteranno i partecipanti (bambini e adulti) a riprendere il filo della narrazione; un piccolo riassunto, insomma, di quanto è accaduto nell’edizione 2019. A seguire, l’inizio della sfilata che percorrerà Corso Matteotti e Via Garibaldi fino ad arrivare in Piazza Cavour, dove bambini e bambine entreranno nel castello di Hogwarts e visiteranno le prigioni di Azkaban, con le varie “scene” dei cattivi che si “liberano” da questa prigione. A questo punto la sfilata percorrerà l’itinerario inverso, da via Garibaldi a Corso Matteotti fino a Piazza Gramsci, dove i bambini saranno accolti dalla scuola di magia, con i rettori delle 4 casate: Grifondoro, Serpeverde, Tassorosso, Corvonero. Sarà quindi il “Cappello Parlante” a smistare i presenti nella casata che meglio li rappresenta. Da questo momento in poi i bambini diventeranno i veri protagonisti della scuola fino al gioco finale: trovare i magici horcrux, utili per riuscire a sconfiggere una volta per tutte Voldemort e i suoi perfidi aiutanti. Sarà una battaglia a suon di coriandoli e stelle filanti, dove alla fine l’allegria trionferà ancora una volta.

A Viareggio festa in Cittadella, dalle ore 15, con musica, animazione, hangar e Musei aperti. Per l’occasione parteciperanno la banda Filarmonica Versilia, gli sbandieratori del Palio di Querceta, i carri in miniatura, le maschere isolate e la mascherata in gruppo fuori concorso realizzata dagli studenti della Carnival Lab Academy. Tra gli eventi in programma domenica 16 si segnala: “Un Amico è per sempre”, pattinata non competitiva riservata ai ragazzi di età compresa tra i 3 e i 14 anni e gli adulti che desiderano accompagnarli, tutti rigorosamente mascherati. Il ritrovo è alle ore 9,30 in piazza Mazzini, la partenza è alle ore 10,30. Il percorso coinvolgerà in Passeggiata, in via Giusti il giro di boa per il ritorno all’arrivo. L’intero ricavato sarà devoluto all’U.O. Ematologia Università di Pisa. Premi e merenda per tutti i partecipanti.

Domenica 16 febbraio torna il tradizionale Carnevale di Marina sul lungomare, un appuntamento che precede quello estivo ormai diventato uno degli eventi clou del nostro litorale. L’evento, giunto alla sesta edizione, è organizzato dal Centro commerciale naturale di Marina di Pisa, Confesercenti Toscana Nord e Comune di Pisa, con l’evento inserito nel cartellone “Marenia d’inverno”. La novità di quest’anno saranno quattro atleti, due uomini e due donne, del reparto attività sportive del Centro Addestramento Paracadutismo della Brigata Folgore che si aviolanceranno con un elicottero civile messo a disposizione da Confesercenti Toscana Nord per atterrare in piazza Gorgona alle ore 16.15, ma la festa comincerà già dalle 14.30 con la parata delle maschere (partenza da piazza delle Baleari) accompagnate dalle note della banda “La Montesina” e dell’orchestra itinerante “Oreste Carlini”. Dopo l’arrivo dei paracadutisti, saranno premiate le migliori maschere nelle varie categorie: adulto, bambini, baby e gruppo. Gran finale con i fuochi d’artificio.

A Chiusi tutto è pronto per rinnovare la tradizione del Carnevale dei Ragazzi, che negli ultimi anni è cresciuta portando in strada centinaia di persone mascherate e festose. Anche nell’edizione di quest’anno (68° edizione) non mancheranno le sorprese, i gruppi mascherati e i carri allegorici che coloreranno le strade e le piazze di Montallese, Chiusi Stazione e Chiusi Città. Tre sono, infatti, le sfilate previste con partenza sempre alle ore 15.00: domenica 16 febbraio a Montallese, domenica 23 febbraio a Chiusi Stazione e martedì (grasso) 25 febbraio a Chiusi Città. Come ogni anno non è dato sapere quali saranno i temi del Carnevale dei Ragazzi 2020. L’unico modo per scoprirlo è quello di partecipare alla prima sfilata domenica 16 febbraio a Montallese. Al termine di ogni sfilata si svolgerà la “Festa del Carnevale dei Ragazzi”: a Montallese di fronte al Circolo Arci, a Chiusi Scalo in Piazza XXVI Giugno e a Chiusi Città in Piazza Duomo.

A Camucia, il centro abitato più popoloso del comune di Cortona, è in programma, domenica prossima, 16 febbraio, la ventesima edizione del carnevale dei ragazzi. L'appuntamento, rivolto ai bambini e alle loro famiglie, con eventi e spettacoli appositamente calibrati, si svolgerà dalle ore 15 alle 18 nella centrale piazza Sergardi. L'iniziativa è organizzata dall'associazione Insieme per le famiglie, con il patrocinio e il contributo del comune di Cortona, la collaborazione di Confesercenti e di alcuni esercizi commerciali di Camucia. L’obiettivo degli organizzatori, oltre a offrire momenti di divertimento per piccoli e grandi, è quello di dedicare energie e risorse alla comunità di Camucia, in modo da farle ritrovare quell’identità, e quel senso di appartenenza, che nel corso degli ultimi anni, con la perdita di spazi e luoghi collettivi di ritrovo, sono venuti meno. Il carnevale diventa, dunque, un'opportunità adeguata per accrescere la convivialità e la comunicazione.

Domenica 16 febbraio, dalle ore 15, il Teatro del Popolo di Rapolano Terme ospiterà il “Veglioncino in teatro” organizzato insieme all’associazione Filarmonico-Drammatica di Rapolano Terme, con merenda per tutti e un concorso per i piccoli partecipanti in maschera.

La tradizione carnevalesca delle "7 merende", recuperata da qualche anno, risale agli anni Trenta del Novecento. Caduta in disuso negli anni Ottanta - e riscoperta e riproposta grazie al parco nazionale delle Foreste casentinesi - è un modo originale, gioioso, divertente e spensierato, per stare insieme in occasione del carnevale. I bambini si trovavano tutti insieme per poi spostarsi nei "castelletti", nuclei abitativi che caratterizzano la stazione climatica sul crinale tosco romagnolo. Facevano una questua casa per casa che si concludeva con una succulenta merenda a base di uova, salsiccia e pane. Domenica alle 9, 30, all'interno del programma "Neve e natura", promosso dal Parco, è prevista la partenza di un'escursione con ciaspole nella foresta di Badia Prataglia (Capanno - Monte Penna). Alle 16, presso il centro visita del Parco, sarà possibile assistere al racconto animato di fata Borbotta "A carnevale ogni squola vale". A seguire ci sarà la tradizionale merenda a base di uova e salsicce, con musica e canti della tradizione.

Redazione Nove da Firenze