Didattica a distanza: il progetto ‘Redazione Web’ si apre a tutte le scuole

Il progetto delle Chiavi della Città, di Fondazione CR Firenze e PortaleRagazzi.it, si estende a tutti gli istituti per far fronte alla sospensione delle lezioni. Al via anche Didattic@ per la consulenza degli insegnanti. Funaro: “In questa fase la tecnologia è fondamentale”. Gori: “Aiutare la formazione nonostante l'emergenza”. Grieco: "Invito a scoprire ed utilizzare piattaforna Trio per e-learning". Toccafondi (IV): “La scuola è chiusa ma non chiude il percorso educativo e di relazione che rappresenta. Le scuole e gli insegnanti toscani da subito attivi. Ancora tanto da fare ma ciò che già si muove è ammirevole.” L'Istituto Modartech trasferisce online tutte le lezioni


La scuola è più vicina grazie alla tecnologia. Con due progetti diversi ma integrati è possibile effettuare didattica a distanza e consulenza gratuita per gli insegnanti sull’uso degli strumenti tecnologici. 

Il primo progetto si chiama “Redazione Web” ed è un blog per pubblicare contenuti realizzati da bambini e ragazzi, che rimangono così a stretto contatto con gli insegnanti nonostante l’attuale periodo di chiusura delle scuole decisa dal Governo contrastare la diffusione del Coronavirus. Redazione Web, progetto di Fondazione CR Firenze e PortaleRagazzi.it, in collaborazione con Terza Cultura e con l’assessorato all’Educazione del Comune di Firenze, è inserito da 11 anni nelle Chiavi della Città. Ma in questo periodo di sospensione delle lezioni si apre straordinariamente a tutte le scuole per sostenere la didattica a distanza. In concreto durante la sospensione didattica e fino al termine dell’anno scolastico, gli istituti comprensivi potranno richiedere l’attivazione di un blog sulla piattaforma scuole.portaleragazzi.it per pubblicare contenuti didattici, con il supporto degli esperti di Terza Cultura. Redazione Web è ormai un sistema rodato di gestione e pubblicazione dei contenuti (su piattaforma WordPress) adatto alle esigenze delle scuole di ogni ordine e grado. Un esempio di “didattica a distanza” poiché gli alunni lavorano sui contenuti da casa (testi ed immagini) poi inviano il materiale all’insegnante per la verifica e la correzione. Il materiale viene inviato successivamente all’esperto per la pubblicazione online nel blog dedicato alla classe di appartenenza. I post scritti dagli alunni possono essere creati direttamente in formato digitale (editor di testo ed immagini elaborate dal web), per iscritto e disegnati in forma cartacea, per poi essere successivamente digitalizzati. Per partecipare sarà sufficiente inviare una email all’indirizzo redazione redazioneweb@terzacultura.it specificando un recapito telefonico e saranno contattati dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 e viene fissato appuntamento telefonico. Redazione web ha ad oggi attive 20 classi, oltre a 4 classi che si sono aggiunte questa settimana.

C’è poi il progetto Didattic@, ovvero il servizio di consulenza per docenti sulla didattica online. PortaleRagazzi.it, con il sostegno di Fondazione CR Firenze ed in collaborazione con Terza Cultura, mette a disposizione dei docenti di ogni ordine e grado un servizio gratuito di consulenza sugli strumenti di didattica a distanza. Didattic@ consiste in attività di consulenza, formazione e assistenza personalizzata via telefono, skype o email. Gli insegnanti che volessero integrare le proprie competenze sulla didattica online con l’utilizzo di strumenti come Google Classroom o altri strumenti adatti alle proprie esigenze, saranno seguiti in remoto dagli esperti di Terza Cultura. Il servizio è rivolto agli insegnanti dell’area metropolitana di Firenze, Arezzo e Grosseto. Gli esperti saranno a disposizione per la formazione e la consulenza telefonica o via Skype a partire da domani, lunedí 17 marzo, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 su appuntamento. Per aderire al servizio è necessario inviare una richiesta, specificando il contatto telefonico, a portaleragazzi@gmail.com e saranno ricontattati dagli esperti.

“In questo momento molto difficile – ha detto l’assessore all’educazione Sara Funaro – è fondamentale lavorare con strumenti on line, unico modo in questo momento per portare avanti la formazione dei nostri studenti. Questi percorsi didattici sono fondamentali per raggiungere tutti i bambini e i ragazzi della nostra città. Per questo ringrazio la Fondazione Cr Firenze e l’associazione Terza Cultura per il sostegno a questa iniziativa importantissima per gli alunni, gli insegnanti e i genitori”.

“Anche in situazioni di emergenza come questa - dichiara il Direttore della Fondazione CR Firenze Gabriele Gori - riteniamo fondamentale poter attivare tutte le iniziative più efficaci per sostenere la formazione giovanile. Cosí, dopo aver approvato ieri un significativo stanziamento di 3,2 milioni di euro per interventi in campo sanitario per combattere il Coronavirus, oggi cerchiamo di aiutare le scuole con questo nuovo progetto”.

Carlotta Bizzarri di Terza Cultura sottolinea che “la missione di Portaleragazzi.it è stata, da sempre, il sostegno all'innovazione didattica e educativa, attraverso la stretta collaborazione tra istituzioni del territorio, scuole e famiglie”. Poi aggiunge: “in questo momento delicato per tutti noi l'impegno di Portaleragazzi.it, con il contributo di Fondazione CR Firenze e la collaborazione di Terza Cultura, continua e si estende con queste due iniziative. Redazione Web è per tutti gli istituti dell’area Metropolitana di Firenze e Didattic@ per i docenti di Firenze Arezzo e Grosseto”.

“Da giorni ormai le scuole sono chiuse. Ma la scuola non è solo sedersi al banco dentro l’aula. La scuola è soprattutto un percorso educativo, in cui i ragazzi crescono, attraverso una strada fatta di rapporti e relazioni umane. Ecco, questa dimensione della scuola, intesa come percorso educativo per la crescita dei ragazzi, non può e non deve chiudere. I primi dati sulla didattica a distanza nelle scuole toscane ci dicono che tanto si sta facendo ma tanto c’è ancora da fare. Voglio ringraziare docenti, dirigenti e ufficio scolastico.” Questo quanto dichiarato dal deputato fiorentino di Italia Viva Gabriele Toccafondi
“Stiamo infatti assistendo ad una grande testimonianza di amore verso il proprio lavoro da parte di tanti insegnanti, che in questi giorni ancor prima di circolari, direttive o nullaosta, si sono messi subito in moto per rimanere in contatto con ragazzi e bambini. Lo hanno fatto e da subito perché sanno che sono “maestri” e non semplicemente dispensatori di istruzioni per l’uso. Maestri che, soprattutto adesso, mostrano in atto un uso adeguato della ragione e della conoscenza, rispondendo così anche alle preoccupazioni e alle domande dei ragazzi.” Prosegue il deputato “Gli strumenti che stanno utilizzando - specifica Toccafondi - sono numerosi: il registro elettronico, ormai presente nella quasi totalità delle classi, ma anche altri più complessi e articolati: i servizi di Google Suite for Education sono infatti già attivi o in attivazione in oltre il 60% delle scuole toscane, quelli di Microsoft Office Education nel 21%, quelli di RAI per la didattica nel 27% e quelli di avanguardie educative (piattaforma INDIRE) nel 20%” “Sono sicuro che tutti, in questi giorni, aiuteranno gli insegnanti e i dirigenti a proseguire su questa strada e a migliorare senza vanificare i loro slanci di questi giorni. Compresa la burocrazia ministeriale o alcuni sindacati, che fino ad ora non sempre li hanno supportati pienamente. Perché adesso più che mai deve esse chiaro che la scuola esiste ed è fatta per i ragazzi, che in questo momento hanno bisogno di tutto ciò che la scuola rappresenta. In questi momenti ci rendiamo conto della necessità di insegnanti che siano maestri e non semplicemente dispensatori di istruzioni per l’uso. Maestri che mostrino in atto un uso adeguato della ragione.” ha concluso il deputato fiorentino di Italia Viva.

“In questa situazione di disagio e misure straordinarie necessarie per contenere l’emergenza Coronavirus, voglio di nuovo ricordare che la Toscana ha messo da anni a disposizione di tutti, studenti, insegnanti, lavoratori che vogliono aumentare la loro formazione, semplici curiosi, centinaia di contenuti didattici gratuiti attraverso la piattaforma Trio, completamente gratuita e ricca di corsi e servizi formativi digitali per l’apprendimento e la formazione professionale”. “Trio ha grandi potenzialità – continua Grieco – ma troppo spesso viene sottoutilizzata. In questo momento, invece, potrà dare molto a tutti coloro che sono a casa e che dalle loro abitazioni potranno integrare le proprie competenze”.

Trio è fra i primi progetti in Europa per la formazione a distanza. Da più di vent’anni, con Trio la Regione Toscana mette a disposizione di cittadini, enti e organizzazioni pubbliche, organismi formativi e imprese private una piattaforma gratuita di corsi e servizi formativi digitali per l’apprendimento e la formazione professionale. Cittadini italiani e stranieri (occupati, disoccupati o in cerca di occupazione) possono registrarsi come utenti al portale Trio e iscriversi ai corsi in autonomia. Enti e organizzazioni pubbliche, organismi formativi e imprese private possono richiedere un proprio ambiente di formazione online personalizzato su Trio strutturato per obiettivi formativi e rivolto a gruppi di utenti tramite l’attivazione di Web Learning Group. Attualmente sulla piattaforma Trio sono attivi 77 mila utenti. Trio è stato recentemente rinnovato anche nella forma, offre percorsi di navigazione semplici e collegamenti diretti alle principali sezioni, facilitando la ricerca delle risorse didattiche e favorendo una migliore esperienza di navigazione. L’offerta di e-learning comprende oltre 900 di corsi online articolati in 12 macro aree, suddivise per argomenti. E’ possibile costruire il proprio percorso formativo. Sono inoltre presenti nuove collane tematiche di interesse per le imprese, le scuole e i cittadini, come ad esempio Industria 4.0, la recente normativa sulla privacy o Gdpr, la cyber security e un’ampia proposta di corsi a supporto delle politiche attive del lavoro. Per i giovani esiste anche un ambiente dedicato al progetto Giovanisì con un'offerta formativa articolata in quattro sezioni: Tirocini, Studio e Formazione, Fare impresa e Lavoro. Infine sono stati realizzati, nuovi percorsi formativi a supporto delle attività dei Centri per l’Impiego. Gli utenti possono fruire dei corsi Trio in qualsiasi momento della giornata ottenendo un attestato di frequenza dopo aver superato il test finale.

Redazione Nove da Firenze