Diagnosi e cura dei disordini endocrino-metabolici

​Tra le malattie nel mirino figurano diabete, infertilità, osteoporosi, tiroide, obesità. Un team di esperti si è costituito a Villa Donatello


FIRENZE - Diabete, infertilità, osteoporosi, tiroide: sono tutte patologie che hanno in comune dei disordini a livello endocrino o metabolico, che spesso non vengono diagnosticate per tempo, rendendo quasi impossibile fare prevenzione e più difficile impostare una cura. A questo si sommano tutte quelle che potremmo definire patologie della modernità, legate agli stili di vita ad oggi adottati, cioè la cattiva alimentazione, la eccessiva sedentarietà, l’uso frequente di posture errate, come può avvenire per l’obesità o certe malattie cardiovascolari. Basti pensare che il 20% della popolazione e il 50% di coloro che hanno più di 50 anni è affetto da sindromi metaboliche, spesso non identificate, che se affrontate per tempo potrebbero essere contrastate solo con una modifica degli stili di vita.

Patologie che purtroppo registrano una incidenza sempre più diffusa e necessitano di essere affrontate in modo multidisciplinare. Tra le strutture che hanno deciso di mettere in campo un nuovo team di medici specialisti per combattere queste malattie del sistema endocrino o del metabolismo osseo figura Villa Donatello. Si tratta di un team di endocrinologi che va ad integrare la presenza in struttura di reumatologi, cardiologi, chirurghi, ginecologi, uroandrologi, oculisti, ortopedici e altri specialisti, così da poter offrire un servizio a 360 gradi, che va dagli screening diagnostici e l’educazione alla salute alla valutazione clinica, la terapia, il monitoraggio e la riabilitazione funzionale.

“L’obiettivo finale resta ovviamente la qualità di vita, perciò ogni qual volta è possibile si punta a individuare alterazioni patologiche in una fase precocissima. Spesso i pazienti sono indirizzati verso una visita endocrinologica dal medico di famiglia, oppure arrivano dopo aver effettuato esami di base che hanno dato risultati anomali, come capita per i problemi tiroidei quando, dopo un prelievo del sangue, si individuano degli ormoni alterati. In tutti questi casi a Villa Donatello - spiega il professor Riccardo Gionata Gheri, coordinatore del team - esistono tutte le professionalità necessarie per una valutazione complessiva e le tecniche diagnostiche per effettuare esami adeguati, talvolta diversi da quelli già svolti. Grazie alla interdisciplinarietà siamo in grado di dare risposte precise ad ogni esigenza”.

Redazione Nove da Firenze