Da Pescia voleva andare a fare un giro a Lucca: denunciata

Fermata dalla Polizia Municipale di Altopascio per un controllo: non aveva motivazioni di necessità, né di salute, né di lavoro per spostarsi. Il sindaco D'Ambrosio: "Chi pensa di essere più furbo degli altri, chi ritiene di farla franca o di sentirsi immune da tutto, viene punito penalmente"


Altopascio, 17 marzo 2020 - Voleva andare a fare un giro a Lucca: denunciata. Una donna di Pescia transitava indisturbata in macchina lungo la via Francesca Romea, dove è stata fermata dalla Polizia Municipale di Altopascio per un controllo: non aveva motivazioni di necessità, né di salute, né di lavoro per spostarsi, solo voleva fare una girata a Lucca.

“Ecco, la signora si è beccata la denuncia, perché in piena emergenza Coronavirus, con l’impegno di tutti a limitare la diffusione del contagio, gli spostamenti per fare una girata non sono ammessi - commenta il sindaco, Sara D’Ambrosio -. E chi pensa di essere più furbo degli altri, chi ritiene di farla franca o di sentirsi immune da tutto, viene punito penalmente, perché con l’alta contagiosità di questo virus, anche una giratina impropria può diventare pericolosa, molto pericolosa, per se stessi e per gli altri. Vediamo quanto ci vorrà a capirlo che si deve stare a casa. Noi intanto non ci fermiamo: i controlli sono a tappeto e sono incessanti e per questo un grande grazie va anche alle nostre Municipale e alle forze dell’ordine, perché non conoscono sosta”.

Continua l’attività del Centro operativo comunale di Protezione Civile e il servizio gratuito di consegna a domicilio, che l’amministrazione comunale effettua attraverso i volontari della Misericordia di Altopascio. Il progetto, che prevede la consegna domiciliare di spesa, giornali e medicine e supporto nel disbrigo delle pratiche (pagamento bollettini per esempio), oltre a rivolgersi alle persone anziane over75, ai non-autosufficienti, ai disabili, alle famiglie con anziani e disabili in casa e a chi si trova, anche temporaneamente, nell’impossibilità di provvedere a se stesse, da oggi è dedicato anche a tutti coloro che, indipendentemente dall’età, hanno difficoltà a spostarsi, a causa proprio dell’emergenza Covid-19 (persone prive di auto, cittadini con problemi di salute, genitori da soli con figli piccoli). Il numero da chiamare per attivare è il servizio è: 0583.216455. La spesa arriva il giorno stesso o, in ogni caso, entro 48 ore.

Per dubbi o chiarimenti, l’amministrazione comunale ha attivato due numeri di telefono: 0583.216455 (la mattina, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30 e il pomeriggio, nei giorni di martedì e giovedì dalle 15 alle 17); 339.3042131.

Redazione Nove da Firenze