"Crisi economica, Rossi ha trovato la soluzione: il comunismo"

Mugnai e Cellai (Forza Italia): “Mandiamoli a casa!”


“Crisi economica? Nessun problema, Enrico Rossi ha la soluzione: pauperismo, terzomondismo e udite udite un po’ di sano comunismo che a detta del papabile assessore a Signa non guasta mai” affermano l'Onorevole Stefano Mugnai, Vicecapogruppo di Forza Italia alla Camera, e il Capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai.

“Ci stupiamo ancora una volta – aggiungono Mugnai e Cellai – delle affermazioni dell'ancora per poco presidente Rossi, una vera e propria miniera d'oro, che oggi straparla di lavoratori sottopagati, di poveri e nuovi poveri. Com’è umano lei, presidente Rossi! A parlare però è lo stesso Enrico Rossi che appena ieri se la prendeva con le aziende che hanno fatto ricorso - a suo dire sfruttando l'occasione per racimolare soldi - agli strumenti di contrasto alla crisi, quali cassa integrazione. Parole sconclusionate, infarcite di quell'odio per le imprese, per chi crea lavoro in linea con la ferrea tradizione comunista che abbiamo duramente criticato - ricordano - insieme al nostro Capogruppo ad Arezzo Jacopo Apa. Nulla di concreto quindi per contrastare una crisi economica senza precedenti che rischia di produrre 100mila nuovi disoccupati, secondo uno studio di Ugl, ma le solite sparate in libertà alle quali purtroppo siamo abituati”.

“Quest’anno per fortuna, con la nostra candidata Susanna Ceccardi, abbiamo l'occasione giusta per cancellare queste idee bislacche di Rossi, condannate dalla storia e dalla realtà, bocciando il suo erede Giani” concludono Stefano Mugnai e Jacopo Cellai. 

Redazione Nove da Firenze