Coronavirus: le proposte dei grillini fiorentini

Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle e i consiglieri di quartiere avanzano precise richieste al Governo della città


“Nelle passate sedute in videoconferenza della “cabina di regia del Consiglio Comunale” istituita dall’Ufficio di Presidenza e avente funzione di recepimento delle informazioni da parte della Giunta di Palazzo Vecchio, sono stati diversi i contributi del gruppo del M5S; con soddisfazione – sottolineano i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Roberto De Blasi e Lorenzo Masi con il supporto di tutti i consiglieri di Quartiere del M5S – abbiamo constatato e ringraziamo la Giunta e il Sindaco Dario Nardella per l’accoglimento della proposta di “sospensione dell’obbligo di spostamento delle auto per il lavaggio delle strade” e “la chiusura dei fontanelli di Publiacqua nei parchi e giardini”.

Le richieste sottoposte al Governo della Città, sono state diverse:

1. Turismo:

Costituzione di un tavolo permanente per il rilancio del turismo con le associazioni di categoria, revisione del programma di mandato del Sindaco, del DUP e del bilancio per la destinazione dell’imposta di soggiorno, versamento differito dell'imposta di soggiorno già raccolta, in modo da sostenere la liquidità delle imprese, sospensione, o in subordine dilazione, del gettito dato dalle imposte ed addizionali comunali del 2019/2020 nei quattro anni successivi (2021-2025);

2. Ambulanti e piccoli imprenditori:

Riconoscimento dello stato di crisi per gli ambulanti, costituzione di una Task Force per far fronte alla grande emergenza di Firenze che affligge il settore commercio su area pubblica;

Esonero da tutti i tributi comunali: TOSAP, COSAP e TARI per tutto il 2020, promozione verso il Governo Centrale della sospensione per gli ambulanti dagli adempimenti legati al registratore telematico e alla lotteria degli scontrini, proroga della scadenza delle concessioni su area pubblica al 31/12/2022;

3. Tassisti:

L’interruzione del versamento del tributo Cosap a partire dalla prossima scadenza prevista per il 30 Aprile e per tutto il 2020.

4. Guide turistiche:

Lotta all’abusivismo per le finte guide e dei free tours con aumento dei controlli ad opera delle autorità Comunali e inasprimento delle sanzioni per chi esercita l’attività abusivamente su tutto il territorio Comunale e che oggi abbiamo integrato con:

a. Strade:

- necessità di stipulare con Alia apposita convenzione con il Comune per l’attività di sanificazione di tutte le strade del territorio Fiorentino accompagnando la pulizia ordinaria, in riferimento alla destinazione di 75 milioni di € alle Città Metropolitane dal Governo Nazionale nel Decreto Salva Italia.

- Sospensione del pagamento sosta (strisce Blu) tariffata su tutto il territorio Fiorentino per garantire alla cittadinanza che deve recarsi alla sede di lavoro la ricerca del parcheggio in maniera più agevolata possibile, considerato anche la riduzione delle numerose corse dei mezzi pubblici.

b. Sport:

- per il periodo riguardante la chiusura degli impianti ed i successivi 2 mesi dalla cessazione del provvedimento, abolizione del canone concessorio e canone di locazione per le società che hanno impianti pubblici.

c. Tributi e riscossioni:

- sospensione per un periodo di almeno sei mesi dei termini, di prescrizione e decadenza, relativi alle attività di accertamento e riscossione, anche coattiva, delle entrate locali, compresa l’esecuzione forzata, e degli adempimenti inerenti i rimborsi/compensazioni.

- proroga/differimento dei termini per la proposizione di ricorsi e opposizioni avverso gli atti tributari e i connessi provvedimenti di irrogazione delle sanzioni, nonché dei termini inerenti le istanze di rimborso/compensazione;

- proroga/differimento dei termini delle scadenze di pagamento delle entrate locali, almeno fino al 30 settembre 2020;

- adozione di interventi di sostegno economico agli enti locali, tenuto conto della rilevante contrazione delle entrate derivanti dal contributo di soggiorno e dal canone per l’occupazione suolo pubblico, a seguito del calo del volume di affari connesso alla forte riduzione delle attività economiche e del turismo.

- Abolizione del canone di locazione per la concessioni di immobili di proprietà comunale destinate ad attività commerciali e socio-culturali, l’abolizione del Cosap e della Tari, per il periodo riguardante la chiusura di tutte le attività come indicato dal Dcpm, in alternativa per locazioni e concessioni di immobili di proprietà comunale destinate ad attività commerciali e socio-culturali: il differimento al 30/09/2020, senza applicazione di interessi, del pagamento delle rate con scadenza originale entro il 30/04/2020;

I. per il COSAP permanente e i canoni dei mercati:

- il differimento al 30/09/2020, senza applicazione di sanzioni ed interessi, di tutte le rate con scadenza originale entro il 30/06/2020;

- per la TARI 2020: il differimento al 30/09/2020 della prima bolletta, calcolata sulla base delle tariffe in vigore nel 2019, e l’emissione della seconda bolletta con scadenza 31/12/2020;

- per le quote contributive per gli asili nido e refezione scolastica: l’adozione di misure che prevedano il mancato addebito agli utenti delle quote relative ai periodi di chiusura delle strutture a causa dell’emergenza da COVID-19 e la previsione di tempestivi meccanismi di rimborso/compensazione per gli utenti che hanno versato le quote anticipatamente;

d. Raccolta Fondi:

- predisporre un prelievo dal fondo di riserva dell’ente per assicurare le misure di prevenzione dell’emergenza da Covid-19 al personale del Comune di Firenze. In particolare questo fondo dovrà essere utilizzato per fornire ulteriori dispositivi di protezione individuali per gli agenti di polizia locale, acquistare il gel disinfettante per il personale e provvedere alla sanificazione degli uffici. Una parte potrà essere impiegata per sanificare i centri sociali per gli anziani.

- istituzione di una raccolta di fondi ad opera del comune di Firenze con destinazione delle risorse all’acquisto (anche da aste fallimentari) di materiale e attrezzature sanitarie;

e. Sospensione di tutte le attività ordinarie programmate dalle varie direzioni:

- con particolare riferimento al taglio e potatura degli alberi in città per evitare assembramenti di cittadini e ambientalisti impegnati nell’attività di tutela e protezione del verde pubblico;

f. Convocazione urgente del Consiglio comunale in Call Conference:

- Riattivazione dei lavori del Consiglio Comunale in modalità videoconferenza che dovrà avere come fine esclusivo le proposte e le delibere degli atti strettamente necessari ed attinenti all’emergenza sanitaria, economica e sociale cui il nostro territorio è sottoposto.

- riattivazione delle Commissioni Consiliari competenti per le argomentazioni urgenti, nelle modalità previste dal Decreto-Legge Covid Ter del 16 marzo 2020, che recita: “I Consigli e le Giunte di Comuni che non abbiano regolamentato modalità di svolgimento delle sedute in videoconferenza, possono riunirsi secondo tali modalità, nel rispetto di criteri di trasparenza e tracciabilità.”; ciò al fine non solo di informare, ma dare l’opportunità a tutte le forze politiche di partecipare all’attività di indirizzo e controllo sull’operato del governo della città.

- dare mandato alla commissione Sviluppo economico di individuare l’impatto, in termini economici, dell’epidemia da Covid-19 sulle categorie produttive del territorio e le conseguenti misure a sostegno, da erogare nel rispetto di apposita disciplina regolamentare da assumere;

g. Coinvolgere tutti:

- Attivare un email dedicata per il coinvolgimento di tutti i dipendenti che si stanno rivelando decisivi con le loro segnalazioni e suggerimenti per affrontare con responsabilità questa fase così complessa. Protagonista sarà il lavoro agile. Inviate proposte, segnalazioni, contributi, critiche, impressioni, esperienze dirette. Sarà un modo per rafforzare ancora questa modalità di lavoro, innovazione, semplificazione e crescita strutturale per la Pubblica amministrazione di Firenze

- Avviare sui social media istituzionali del Comune di Firenze o uno dedicato, Instagram e TikTok, un contest dedicato ai più giovani che intende valorizzare e diffondere i comportamenti e le attività che i ragazzi e le ragazze svolgono in questi giorni a casa. L’iniziativa finalizzata ad incentivare i buoni comportamenti e il rispetto delle regole, quali restare a casa per ridurre la possibilità del contagio da COVID-19.

Il nostro lavoro – concludono i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Roberto De Blasi e Lorenzo Masi con il supporto di tutti i consiglieri di Quartiere del M5S – è rivolto all’attenzione che l’amministrazione vorrà continuare a rivolgere al nostro contributo in modo costruttivo e nell’interesse pubblico, così come ha dimostrato di voler fare, con l’auspicio da parte nostra di continuare ad essere propositivi per il bene di tutti; atto politico fondamentale in questo periodo di difficoltà e doveroso venire incontro alle esigenze degli operatori che sostengono il motto:

“Se incasso “zero”, pago “zero”, non posticipare ma annullare per poterci rialzare”.

Redazione Nove da Firenze