Coronavirus: 2.479 i positivi e 29 i decessi, con 586 guariti

816 nuovi casi nella sola Asl Nord ovest. Quasi 63.000 i contagiati dall'inizio della pandemia in Toscana


Sono 2.479 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati oggi in Toscana, contro i 2.787 di ieri. I deceduti diminuiscono di una sola unità, scendendo a 29. Anche i nuovi guariti diminuiscono: oggi sono 586 contro i 614 di ieri.

In Toscana sono quindi saliti a 62.946 i casi di positività al Coronavirus. I nuovi casi sono il 4,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti raggiungono quota 17.938 (28,5% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.214.035, 15.542 in più rispetto a ieri. Sono 8.264 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 30% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.784 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 43.447, +4,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.700 (118 in più rispetto a ieri), di cui 226 in terapia intensiva (12 in più). I 29 decessi riguardano 18 uomini e 11 donne con un'età media di 83,7 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 13 a Firenze, 5 a Prato, 1 a Pistoia, 2 a Massa Carrara, 4 a Pisa, 3 a Livorno, 1 residente fuori Toscana. L'età media dei 2.479 casi odierni è di 46 anni circa (il 13% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più). I casi di positività registrati a Firenze sono 554 in più rispetto a ieri, a Prato 336 in più, a Pistoia 267 in più, a Massa 99 in più, a Lucca 262 in più, a Pisa 347 in più, a Livorno 154 in più, ad Arezzo 252 in più, a Siena 139 in più, a Grosseto 69 in più. La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (residenti e non), con circa 1.688 casi per 100.000 abitanti (la media italiana è 1.495),. Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 2.121 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.008, Firenze con 1.839, la più bassa Grosseto con 864.

Complessivamente, 41.747 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.746 in più rispetto a ieri, più 4,4%). Sono invece 35.242 (1.857 in meno rispetto a ieri, meno 5%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.700 (118 in più rispetto a ieri, più 7,5%), 226 in terapia intensiva (12 in più rispetto a ieri, più 5,6%). Per quanto riguarda i ricoveri per “Covid-19”, negli ospedali dell’Azienda USL Toscana nord ovest sono in totale 408(ieri erano 396), di cui 55 (ieri 51)in Terapia intensiva. All’ospedale di Livorno 102 i ricoverati, di cui 12 in Terapia intensiva. All’ospedale di Lucca 90 i ricoverati, di cui 19 in Terapia intensiva. All’ospedale Apuane 90 ricoverati, di cui 12 in Terapia intensiva. All’ospedale Versilia 70 ricoverati, di cui 8 in Terapia intensiva. All’ospedale di Pontedera 46 ricoverati, di cui 4 in Terapia intensiva. All’ospedale di Cecina 10 i ricoverati.

Le persone complessivamente guarite sono 17.938 (586 in più rispetto a ieri, più 3,4%): 1.344 persone clinicamente guarite (50 in più rispetto a ieri, più 3,9%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 16.594 (536 in più rispetto a ieri, più 3,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 41,9 x100.000 residenti contro il 68,0 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (107,2 x100.000), Firenze (57,3 x100.000) e Lucca (44,1 x100.000), il più basso a Grosseto (12,2 x100.000).

Redazione Nove da Firenze