Coronavirus, gara di solidarietà toscana: Ncc a disposizione per l'emergenza

Dell'Artino: "Tempo di intervenire e dare una mano ognuno come può". Fondazione Marmo: raccolti 500mila euro in pochi giorni. Cortona: azienda dona 6mila mascherine


Gli Ncc della Toscana mettono a disposizione i loro mezzi nell’emergenza sanitaria da coronavirus. Lo annuncia il presidente di Azione Ncc, Giorgio Dell’Artino. “Una situazione drammatica, che ha messo in ginocchio tutti e che ci lascia con gravi incertezze per il futuro, ma oggi è tempo di intervenire e di dare una mano ognuno come può. Noi ci occupiamo di trasporto e siamo pronti a supportare con la nostra rete e i nostri servizi le istituzioni, le associazioni o anche i privati che avessero necessità e urgenza su tutto il territorio regionale ”.
Chi volesse mettersi in contatto con l’associazione e chiedere un aiuto, può farlo scrivendo una mail a segreteria@azionencc.it.

“Mai come oggi è importante garantire trasporti in urgenza - continua il presidente Dell’Artino - e vogliamo dire a tutta la Toscana che ci siamo e mettiamo a disposizione i nostri mezzi e i nostri autisti. In questa situazione fino a pochi giorni fa inimmaginabile è necessario offrire il proprio contributo, prima di tutto restando a casa e poi, per chi può, intervenire dove c’è più bisogno, sempre rispettando le regole di sicurezza”.

In poche ore la Fondazione Marmo Onlus è riuscita a raccogliere più di 500 mila euro da destinare alla lotta contro il Coronavirus. L'iniziativa, lanciata giovedì con l'istituzione di un apposito conto corrente presso Banca San Paolo ha riscontrato immediata risposta da parte di molte imprese sia del settore lapideo che di altri settori di Massa Carrara sia di singoli cittadini. (Chi volesse contribuire può farlo versando direttamente al conto corrente IT61R0306909606100000172060 - Intesa Sanpaolo – Emergenza COVID 19. Tutte le informazioni si trovano anche nella pagina Facebook della Fondazione Marmo per promuovere l'iniziativa).

 Non si ferma la gara di solidarietà di imprese e aziende del territorio cortonese per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Seimila mascherine monouso sono state donate al comune di Cortona dai titolari della Mb elettronica, Daniela e Roberto Banelli.

Le mascherine sono state consegnate direttamente dai due imprenditori nelle mani del sindaco, Luciano Meoni e saranno donate agli operatori sul territorio che, per la loro attività, sono più esposti al rischio del contagio.

«Posso solo ringraziare gli amici imprenditori per questa donazione che ci sostiene in un momento così impegnativo – dichiara il sindaco Luciano Meoni. Le mascherine saranno inizialmente consegnate alle persone più esposte all’eventualità del contagio, come gli operatori della polizia municipale, i volontari impegnati nella consegna a domicilio di prodotti alimentari e di medicinali e il personale di strutture assistenziali per anziani. Cercheremo, quindi, di distribuirle anche fra coloro che ne hanno necessità e poi a più persone possibile, fino a esaurimento.

Meoni sottolinea il valore del gesto compiuto dai due titolari dell’azienda con sede al Vallone. «Un gesto importante che ci deve dare ancora maggiori responsabilità, nel rispetto dei divieti di questo periodo».

Redazione Nove da Firenze