Coronavirus: firmata l’ordinanza n. 44 per le attività di manutenzione nelle aziende tessili

Che ha preceduto la decisione del governo per la ripartenza


L’ordinanza che consente alle aziende dei distretti tessili toscani di riprendere l’attività per evitare incuria di tessuti e scarti di lavorazione è stata firmata oggi dal presidente della Toscana, Enrico Rossi, e pubblicata sul sito della Regione. Annunciato fin dal pomeriggio di ieri, il provvedimento, in conformità con le previsioni del Dpcm del 10 aprile scorso, permetterà a partire da domani, lunedì 27 aprile, di svolgere tutte le operazioni necessarie per evitare che i tessuti di origine animale e naturale presenti nei magazzini possano marcire e che gli scarti di lavorazione possano contaminare i luoghi produttivi. Le attività, naturalmente, dovranno avvenire secondo le disposizioni dettate dall’ordinanza n. 38 del 18 aprile 2020, che riguarda le misure di contenimento sulla diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro.

“Finalmente il governo ci ha ascoltato -commenta Nicola Ciolini, consigliere regionale del Partito Democratico- L’inserimento delle attività orientate in modo prevalente alle esportazioni nell’elenco delle 'imprese strategiche per l’economia nazionale' permette al nostro distretto di ripartire. E dà ulteriore forza all’ordinanza della Regione Toscana. Ora che c’è la certezza della riapertura, spostiamo la discussione su come recuperare il terreno perso durante questa pandemia. E dare il necessario sostegno alle nostre imprese".

Redazione Nove da Firenze