Consorzi di ​Bonifica al voto: elezioni per i sei organi consortili della Toscana

Grazie al voto elettronico e dato che si è consorziati in base alle proprietà di immobili e terreni e non alla residenza, si potrà votare ovunque nell'ambito del proprio Consorzio, indipendentemente dal Comune di residenza


 Da Nord a Sud, i Consorzi di Bonifica della Toscana vanno al voto, con tante novità. Si terranno da martedì 2 a sabato 6 aprile, in tutta la Toscana, le elezioni per il rinnovo dei sei organi consortili regionali. Cinque giorni di votazione per dare ai cittadini la possibilità di scegliere i propri rappresentanti nella difesa dei territori dal rischio idrogeologico. Fa eccezione solo il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord dove ci si potrà recare ai seggi solo due giorni, venerdì 5 e sabato 6 aprile.

Per quanto riguarda la modalità di voto, sarà possibile votare con orario continuato dalle 9 alle 19 nei vari seggi allestiti in Toscana. Grazie al voto elettronico e dato che si è consorziati in base alle proprietà di immobili e terreni e non alla residenza, in base alla nuova normativa regionale in materia si potrà votare ovunque nell'ambito del proprio Consorzio, indipendentemente dal Comune di residenza. Per questo, anche se ogni Comune avrà solo alcune date di voto (fra le cinque date indicate, sempre a eccezione del Consorzio 1 Toscana Nord), ogni cittadino potrà votare quando gli farà più comodo, scegliendo le sedi elettorali aperte nella giornata per lui più comoda, nel territorio del proprio Consorzio.

Le elezioni permettono di eleggere l’assemblea, organo fondamentale del Consorzio, che serve ad approvare gli atti fondamentali dell’ente (statuto, piano di classifica, piano delle attività di bonifica, bilanci, regolamenti interni), elegge il presidente e vigila sul suo operato. L’assemblea è composta da 28 membri, di cui 15 (ovvero il 53%) eletti con le elezioni consortili e 13 nominati da enti pubblici. Ai membri dell’assemblea non spetta alcun compenso.

«Le elezioni delle assemblee consortili – spiega il presidente di Anbi Toscana, Marco Bottino – sono un momento estremamente importante per l’autogoverno dei Consorzi di Bonifica, che i cittadini consorziati possono così controllare e gestire direttamente. Si tratta di uno strumento estremamente importante e per questo seriamo che la partecipazione al voto possa aumentare rispetto al passato».

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito http://bonificalvoto.toscana.it

Redazione Nove da Firenze