Confcommercio Empolese-Valdelsa: Alessandro Costagli presidente

La delegazione è stata aperta nel gennaio scorso. Al suo fianco Giovanna Passeri


È Alessandro Costagli, 51 anni, imprenditore nel settore delle calzature, il presidente della delegazione Confcommercio dell’Empolese-Valdelsa, aperta ad Empoli nel gennaio scorso. Classe 1968, dopo gli studi Costagli è entrato a lavorare nell’azienda di famiglia, il negozio di calzature Graziella a Ponte a Elsa. In seguito, insieme agli zii ha curato l’apertura di altri punti vendita al dettaglio (a Lastra a Signa, ad Empoli e, da poco, anche a Firenze), ai quali ha affiancato l’attività di commercio all’ingrosso e su area pubblica, sempre di calzature. Un curriculum che gli permette ora di comprendere bene le dinamiche che stanno muovendo il mercato attuale.

Al suo fianco alla guida dell’associazione di categoria per i prossimi quattro anni ci sarà anche la vicepresidente Giovanna Passeri, agente immobiliare (Le Case di Gio), e un consiglio composto da altri dieci imprenditori rappresentativi di vari settori del terziario, ovvero dei settori commercio, turismo e servizi, che nell’area rappresentano da soli circa il 55% del sistema imprenditoriale, con oltre 9.300 aziende sul totale di circa 17.200 registrate negli elenchi camerali: Stefano Bianucci (Tabaccheria Ristoro), Riccardo Brusa (Vision Ottica Azimut), Laura Bucalossi ed Eleonora Vaccaro (consulenza e vendita parquet Quercus), Sergio Corti (Pasticceria Oasi Dolce), Eleonora e Remo Marconcini (Vittoria Assicurazioni), Rita Romanelli (guida turistica), Daiano Santini (Accademia I Santini), Cinzia Spini (agenzia di viaggi Timeless Tuscany) e Paolo Vezzosi (pasticceria Vezzosi a Montelupo Fiorentino).

“Con l’insediamento del presidente Alessandro Costagli e del consiglio direttivo completiamo formalmente l’iter costituivo della delegazione empolese”, spiega il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, “adesso, a pochi mesi dall’apertura del nostro ufficio di via Vanghetti, possiamo contare su un gruppo motivato e propositivo di imprenditori, che si sono messi al servizio della categoria per rappresentare le istanze dei colleghi di fronte alle istituzioni locali e là dove serve, ovviamente sempre con il sostegno operativo della nostra struttura”.

Sviluppo, turismo e sicurezza sono tra i primi obiettivi del mandato di Costagli: “il territorio ha tanti punti a favore in quanto a storia e bellezza, ma deve potenziare la sua vocazione turistica partendo anche dagli investimenti”, spiega il neopresidente della Confcommercio dell’Empolese-Valdelsa Alessandro Costagli, “per esempio sul fronte della ricettività mancano ad oggi strutture in grado di accogliere gruppi del turismo organizzato e questo rappresenta di certo un limite. Sviluppare il turismo serve anche a dare nuova linfa al commercio, che nell’empolese si difende bene ma innegabilmente risente della contrazione dei consumi degli ultimi anni. Il mercato si è fatto più aggressivo, si deve far di tutto per essere visti altrimenti si fa presto ad essere dimenticati. Per fortuna possiamo contare sull’ottimo lavoro svolto da alcuni Comuni, Empoli in primis, nell’animare l’anno con eventi di qualità e di grande richiamo”. Per quanto riguarda invece la sicurezza, “per fortuna la situazione da noi è sotto controllo, ma preferiamo prevenire quindi ci impegniamo a segnalare subito alle autorità competenti le eventuali situazioni di disagio potenzialmente pericolose, a partire dal degrado urbano”, precisa Costagli, “sicurezza e decoro sono punti importanti per la vivibilità delle nostre città, dalle periferie ai centri storici”. 

Redazione Nove da Firenze